Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia…

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di tu non sai nulla...Sii gentile...Sempre.. Il tuo sorriso potrebbe essere il miracolo che stava aspettando
Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di tu non sai nulla…Sii gentile…Sempre.. Il tuo sorriso potrebbe essere il miracolo che stava aspettando

La frase di stasera è disarmante

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui tu non sai nulla…Sii gentile…Sempre.. Il tuo sorriso potrebbe essere il miracolo che stava aspettando

Non saprei cos’altro aggiungere, ma ci proverò comunque.

Partiamo da una considerazione lapalissiana: l’unica persona con cui passiamo tutto il nostro tempo siamo noi stessi. Solo noi sappiamo ogni giorno e ogni momento:

  • Chi abbiamo incontrato
  • Cosa abbiamo fatto
  • Dove siamo stati
  • Quando ci siamo sentiti in un certo modo
  • Perché ci siamo sentiti così

Per sapere qualcosa degli altri, siano i nostri cari o una persona appena conosciuta, dobbiamo fare domande. Avere una buona empatia può agevolarci, ma dobbiamo comunque sperare che il nostro interlocutore ci risponda.

Se non c’è risposta, dobbiamo comunque ricordare che non conosciamo lo stato d’animo del nostro interlocutore. Possiamo immaginarlo, ma non è detto che la nostra supposizione sia corretta.

Lo so: sembrano dei consigli da scuola materna, ma non mi sembra che molte persone – spesso per egoismo – li seguano.

Recentemente, mi hanno fatto notare alcuni miei difetti: sono molto grato alle persone che lo hanno fatto, perchè ora so come mi vedono loro. Se devo trovare un risvolto negativo, è proprio il fatto che queste persone hanno emesso il loro giudizio – a volte in modo un po’ scorbutico –  senza farmi nessuna domanda sul mio stato d’animo.

Non è un’accusa nei confronti di nessuno: sto solo pensando a tutte le cose che basterebbe parlare di più l’un l’altro per andare d’accordo con tutti.

 

 

2 commenti su “Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia…”

  1. Non c’è che dire: siamo sempre alle solite… il mondo di salva o crolla sempre e solo grazie alla comunicazione… questa sconosciuta!!! Non capisco come mai passiamo tanti anni di studio a scuola ad imparare la nostra lingua e, poi, nessuno mai ci insegni ad utilizzarla nel migliore modo, ossia comunicando. A meno che non si facciano degli studi specifici, nessuno ci insegna a comunicare e a comunicare bene. Lo si dà sempre per scontato…

Rispondi