C'è qualcosa di più importante della logica: l'immaginazione

LogicaImmaginazioneHitchcock
C’è qualcosa di più importante della logica: l’immaginazione

 

Quando andavo alle elementari, avevo una maestra molto logicaogni settimana, dedicava almeno tre giorni su sei alla matematica, i restanti erano equamente ripartiti tra le altre materie. Non ho mai chiesto perchè, ma suppongo che la mia maestra  non apprezzasse la fantasia.

Alfred Hitchcock contraddice quanto sosteneva la mia maestra con la frase

C’è qualcosa di più importante della logica: l’immaginazione

Paradossalmente, trovo questa frase molto logica: nella scienza, le scoperte non sono dettate solo

  • dalla casualità grazie a cui fu scoperta la penicillina
  • dalla perseveranza con cui fu creata la lampadina
  • dalla necessità di sicurezza per la quale fu inventata la dinamite

ma anche – e soprattutto – dall’immaginazioneOgni tanto, penso che uno scienziato in qualche parte del mondo si faccia la seguente domanda

Cosa accadrebbe se…?

A quanto si sa, alcune scoperte sono nate poprio così: qualcuno ha immaginato  un’alternativa  a quanto si dava per scontato fino ad allora.

Ogni tanto provo anch’io ad immaginare un’alternativa: magari un giorno vincerò il premio Nobel.

2 commenti su “C'è qualcosa di più importante della logica: l'immaginazione”

  1. Quando si vive la fase infantile l’amico immaginario è di una Grandissima importanza. io in questo modo ho imparato a giocare da sola e questo è determinante per la formazione dell’io nonché per l’inserimento nella società dopo.

Rispondi