Il grado di libertà di un uomo si misura dall'intensità dei suoi sogni

Il grado di libertà di un uomo si misura dall'intensità dei suoi sogni
Il grado di libertà di un uomo si misura dall’intensità dei suoi sogni

Ormai ho perso il conto delle volte in cui ho citato Alda Merini ed usufruito delle immagini proposte su Facebook da La Repubblica: quando ho cominiciato a scrivere, non immaginavo che la poetessa dei Navigli e il quotidiano romano potessero darmi così tanta ispirazione.

Il grado di libertà di un uomo si misura dall’intensità dei suoi sogni

La cara Alda ha ragione:

  • Nel mondo onirico non ci sono regole
  • Nei sogni tutto è possibile

Poco importa l’interpretazione della psicanalisi, in questo caso: è importante la bellezza che attribuiamo noi al sogno.

Se ci limitassimo a pensare che sognare sia un’attività cerebrale senza importanza, vivremo una vita molto pratica e concreta, perciò molto costrittiva. Più diamo importanza ai sogni, più ci sembrano un obiettivi da raggiungere. Non a caso le parole sogno e desiderio sono sinonimi.

È un promemoria che mi devo appuntare: devo imparare a sognare di più!

Un commento su “Il grado di libertà di un uomo si misura dall'intensità dei suoi sogni”

Rispondi