Quando curi una malattia puoi vincere o perdere, quando ti prendi cura di una persona puoi solo vincere

 

Se curi un blog come questo, non hai che l’imbarazzo della scelta per decidere cosa scrivere. Come molte altre volte, questa sera avevo scelto una frase scritta del vero Patch Adams

Quando curi una malattia puoi vincere o perdere, quando ti prendi cura di una persona puoi solo vincere

Un video, però, mi sembra più efficace per un discorso lungo e complesso. Ironicamente, è la scena in cui Patch Adams affronta un discorso lungo e complesso in difesa del proprio operato.

Sebbene sia la scena di un film, credo che questo discorso sia valido anche nella vita reale e si collochi a metà strada tra un incitamento ed una spiegazione del proprio comportamento.

Anche se la frase parla esplicitamente di malattia, sostituendo questa singola parola la frase non perde di significato. Provate a leggere la frase usando vocaboli come

  • Povertà
  • Tristezza
  • Solitudine

e capirete ciò che intendo dire.

Se avete ancora dei dubbi, permettetemi di essere più esplicito: se curi qualsiasi cosa vinci sicuramente. Qualunque sia il vostro lavoro, è difficile che l’impegno non sia riconosciuto. Forse non lo sarà subito ma, con il tempo, la verità verrà fuori. La verità è solo una: a voi piace quello che state facendo e vincerete sicuramente.

Ogni cosa nella vita richiede passione. Una volta trovata la passione, vincere diventa – se non un gioco da ragazzi – quantomeno molto più semplice, perché avete quel qualcosa in più che altri non hanno, per quanto tecnicamente dotati.

Nel momento in cui sto scrivendo, sento la mia passione per la scrittura. Non ho uno scopo ultimo come diventare multimilionario con questo blog. Voglio solo farvi capire, in generale, quanto mi piace scrivere e , in questo caso specifico,  quanto trovare qualcosa che vada al di là del puro lavoro sia importante per avere una vita felice.

Un commento su “Quando curi una malattia puoi vincere o perdere, quando ti prendi cura di una persona puoi solo vincere”

Rispondi