Lacrymosa

 

Non credo che le canzoni che parlano della fine di un amore siano originali: anzi, il più delle volte esprimono concetti triti e ritriti. Nemmeno le canzoni che usano campionamenti lo sono: perchè dover usare la musica di qualcun altro quando si potrebbe comporre qualcosa di nuovo?

Ma cosa si ottiene se si incide una canzone d’amore campionando il Requiem di Mozart? La risposta ce la forniscono gli Evanescencel’eccezione che conferma la regola!

Lacrymosa è, infatti, tutto questo: se è vero che la perdita dell’amore equivale ad un lutto, quale melodia migliore del Requiem più famoso del mondo per accompagnarlo?

Qualcuno, leggendo questo post, potrebbe pensare che io sia triste: niente affatto! Questa sera voglio solo farvi apprezzare l’originalità del brano.

 

 

Un commento su “Lacrymosa”

Rispondi