I cowboy non mollano

 

In questo periodo, mi sembra di riuscire a trovare un significato profondo anche nelle canzoni più allegre, come ho già detto a proposito di Katy Perry.

Max Pezzali non è certo noto per i testi impegnati, anzi. Ogni regola, però, ha la sua eccezione: I cowboy non mollano è l’eccezione.Il finale del video sembra un invito agli spettatori

Non fermatevi alle apparenze

Sia le immagini che il testo comunicano questo messaggio: occorre arrivare alla fine per capirlo, ascoltando e guardando attentamente.

Non ci vuole molto a capire che dovremmo fare lo stesso con la vita degli altri.

Ad un primo sguardo, una persona può sembrarci la persona più felice di questo mondo, suscitandoci invidia: basta conoscerla un po’ meglio per capire che ha anche lei i suoi scheletri nell’armadio.

Il detto usato non vi tragga in inganno: non sto dicendo che state frequentando un criminale! Sto semplicemente dicendo che tutti attraversiamo dei momenti brutti e, forse, abbiamo voglia di condividerli con qualcun altro, per sopportarne meglio il peso.

Putroppo, ci blocchiamo a vicenda: siccome ilnostro interlocutore non parla dei suoi problemi, noi siamo portati a non parlare dei nostri.

Perciò, nonostante questo, siamo costretti a comportarci come cowboy: dopo una caduta da cavallo o un colpo di pistola, dobbiamo rialzarci, scrollarci la polvere di dosso e continuare a lottare! Ma non sarebbe meglio se lo facessimo tutti uniti? Del resto, l’unione fa la forza!

 

Se non parti, non lo saprai mai

Spot di EDreams
Se non parti, non lo saprai mai

Canzoni e pubblicità televisiva sono un binomio inscindibile almeno da quando esiste il cinema sonoro. Più raramente, una pubblicità è tradotta esattamente in più lingue: è il caso della pubblicità della Apple che – nella versione italiana – è doppiata da Dario Fo.

È la prima volta che – però – vedo il verso di una canzone in inglese tradotto ed usato in forma scritta per una pubblicità.

EDreams ha usato il verso

If you never try you’ll never know 

di Fix you dei Coldplay, lo ha tradotto (correttamente) in

Se non parti, non lo saprai mai

ed ha realizzato la sua campagna pubblicitaria.

Solo il tempo potrà dirci se la pubblicità è stata efficace o no…ma può già insegnarci qualcosa.

Con l’inizio del nuovo anno, si fanno le solite promesse:

  • Dimagrire un po’
  • Dedicarsi di più alla famiglia
  • Non rimandare a domani ciò che hai procastinato per 365 giorni l’anno prima

salvo poi infrangerle a partire dal 2 gennaio. In questo caso, torna ancora utile il protagonista di V per Vendetta, che parla a tutti noi dicendo:

Io so perché l’avete fatto. So che avevate paura.

 

Sicuramente: abbiamo paura delle conseguenze…ma stare immobili non è altrettanto pericoloso?