La gente si accontenta della superficie…

Frase di Sàndor Màrai
La gente si accontenta della superficie, di quei segni convenzionali che può scambiarsi senza pericolo, dell’assaggio, e resta assetata per tutta la vita.

Durante le mie lunghe passeggiate, mi è spesso capitato di domandarmi

Ma cosa vorrebbero le persone che incontro per la strada ogni giorno? 

La  risposta sembrerebbe scontata, quasi banale: la gente vuole vivere la propria vita. Ognuno può dare il significato che vuole a questo concetto. Per quanto mi riguarda, dovrei stilare un elenco infinito di cose che vorrei.

Sàndor Marai dice la stessa cosa nel romanzo L’isola, con la frase

La gente si accontenta della superficie, di quei segni convenzionali che può scambiarsi senza pericolo, dell’assaggio, e resta assetata per tutta la vita.

Il problema è che – spesso -occorre scontrarsi con la dura realtà dei fatti: non siamo soli al mondo, perciò i nostri scopi possono non coincidere con i desideri e le aspirazioni mondiali.

Lo so: sembra un post un po’ strano. Putroppo, oggi mi sono dovuto scontrare con la realtà dei fatti. Lascerò questo post online per un po’, poi chiuderò il blog: mi sembra giusto così.

Vi ringrazio per avermi ascoltato, ma vi chiedo scusa per avervi dato false illusioni.