Se avanzo, surgelatemi

Se avanzo surgelatemi
Se avanzo surgelatemi

Già il titolo della pagina Facebook da cui ho preso l’immagine di stasera dovrebbe dare molte indicazioni: Cartelli, insegne e annunci strani divertenti assurdi.

Ma è proprio così assurdo scrivere su un muro la frase

Se avanzo surgelatemi

Non è certo un’ultima volontà da scrivere in un testamento, eppure…eppure spesso ci sentiamo messi da parte, come il tacchino arrosto durante il pranzo di Natale. Il problema è più evidente di quanti non sembri a prima vista.

Spesso dobbiamo dividerci fra tanti impegni:

  • Lavoro
  • Famiglia
  • Amici

Immaginate (per assurdo, ma nemmeno tanto) un single disoccupato che si è appena trasferito in una grande città, magari all’estero: praticamente, deve ricominciare da zero. Sicuramente ne apprezzeremo l’intraprendenza, ma vedremo con la stessa chiarezza le sue difficoltà?

Non voglio pensare male: una persona così coraggiosa troverà sicuramente il modo di farcela. Tuttavia, le difficoltà potrebbero essere meglio risolte con l’aiuto di qualcuno.

Se pensate che non so di cosa sto parlando, vi sbagliate: anche se sono passati anni e mi sono spostato di soli centotrenta chilometri,  il trasferimento dalla piccola provincia alla grande città è un bel salto.

Di certo, mi hanno aiutato i compagni di Università: non mi hanno fatto sentire avanzato, nell’accezione intesa dalla frase distasera.

Anche senza spostarsi, potremmo avere gli stessi problemi: tutti sono presi da tanti impegni…possibile che non troviamo il tempo di sollevare il telefono?