Dobbiamo tornare ad apprezzare cose che ad altri sono venute a noia

Immagine da Pinterest con Snoopy e Charlie Brown
Dobbiamo tornare ad apprezzare cose che ad altri sono venute a noia: una passeggiata, un caffè con un’amica , guardare un’ alba o un tramonto e sorridere

Soprattutto nel tempo libero, cerchiamo nuove occasioni per divertirsi, forse per cercare nuovi piaceri. Come fare per risolvere questo problema?

La frase proposta in questa vignetta con Snoopy e Charlie Brown propone una soluzione ragionevole

Dobbiamo tornare ad apprezzare cose che ad altri sono venute a noia: una passeggiata, un caffè con un’amica , guardare un’ alba o un tramonto e sorridere

Sembra una banalità, ma vorrei proporvi un piccolo test. Provate a ricordare l’ultima volta in cui:

  • Avete fatto una passeggiata
  • Siete andati al bar per trascorrere del tempo con gli amici
  • Vi siete alzati presto apposta per guardare l’alba
  • Vi siete soffermati a guardare un tramonto
  • Avete sorriso spontaneamente

Se sono passati più di quindici giorni, credo che queste siano cose da anteporre a quel corso di paracadutismo che tanto vi interessa. Riscoprire le vecchie passioni è il cambiamento più naturale che una persona possa fare!

Questo blog è l’esempio più pratico e personale che posso portarvi. Mi è sempre piaciuto scrivere, ma avevo accantonato quest’hobby per…chissà quale motivo!

Naturalmente, questo è solo l’inizio. Successivamente, dovrete portare la vostra passione ad un altro livello. Se, per esempio, avete imparato da soli a giocare a scacchi…perché non iscrivervi ad un corso?

Per dirla con una sola frase, forse dovremmo cercare la felicità dentro di noi, piuttosto che nella novità. Il tempo e le avversità ci hanno profondamente cambiato giorno per giorno: ciò che una volta facevamo in un certo modo, oggi lo faremo in un modo diverso.

Ho provato rancore, ma mi stava male addosso

Frase di Marisa Licenza
Ho provato rancore, ma mi stava male addosso, così ho preferito lasciarlo agli altri e vestirmi di elegante indifferenza

Oggi la pagina Facebook di Today.it ha condiviso una frase di Marisa Licenza

Ho provato rancore, ma mi stava male addosso, così ho preferito lasciarlo agli altri e vestirmi di elegante indifferenza

Ogni persona ha il suo carattere: non sempre due caratteri sono compatibili fra loro. Gli eventi della vita, poi, possono modificare psicologicamente gli individui.

Questo è il motivo di fondo per cui due persone che, fino a poco tempo prima, si definivano amiche, si allontanano: l’eventuale litigio da cui hanno cominciato il reciproco allontanamento è solo la scusa che entrambi cercavano per porre fine ad un rapporto ormai logoro.

Non è detto che il rapporto sia destinato a terminare definitvamente: è cessato quel tipo di rapporto, ma l’amicizia può ricominciare basandosi su nuovi presuppposti. Occorre un po’ di tempo ad entrambe le parti per riprendere le energie e capire come è meglio continuare.

Nel periodo di allontanamento, ci si trova ad affrontare il lutto per la perdita dell’amicizia.

La rabbia e il rancore fanno parte di questo processo.

L’ultima fase introduce all’indifferenza. A mio parere, ciò può significare due cose ben distinte:

  1. Fingere che quest’amicizia non sia mai esistita
  2. Fingere che il litigio non sia mai esistito, riallacciando i rapporti…appunto ripartendo da zero

Personalmente, preferisco la seconda opzione, anche se non dipende solo da noi, purtroppo.

Contro

 

Oggi non scriverò l’articolo previsto, ma cambierò argomento: negli ultimi giorni ho riflettuto molto. Come descrivermi veramente? Tanti si sono fatti opinioni sul mio conto, spesso conoscendomi poco, forse perché anche io mi sono fatto conoscere poco…o forse perché anche io mi conosco poco.

Quali siano i miei gusti musicali non è certo un mistero: basta girare sul blog per capirlo. Qualcuno dice che io sia

  • Affidabile
  • Empatico
  • Corretto

Non so se sia vero. L’unica mia certezza è quella di essere una persona Contro.

Contro cosa è facile intuirlo: sono contro le ingiustizie perpetrate nei confronti del prossimo. Spiegare meglio questo concetto non è altrettanto semplice: qualsiasi frase non renderebbe l’idea. Forse è proprio questo il significato profondo della mia ansia: non riuscire a spiegare al mio interlocutore di turno le mie ragioni.

Tutti commettiamo errori: anche io ne ho fatti. Se ho mancato di riguardo a qualcuno, chiedo scusa: non era mia intenzione. Non pretendete, però, che io non venga ferito quando qualcuno mi manca di rispetto: del resto, sono una persona come voi.

So di essere troppo rigido nei miei comportamenti: sto facendo il possibile per rendermi più umano.

Di fondo, però, resterò sempre una persona contro.