You are who you are when no one is looking

Immagine dalla pagina Facebook "Informazione Libera"
You are who you are when no one is looking

Sarebbe stato logico, ma anche ripetitivo, scrivere qualcosa a proposito dell’11 settembre oggi.

Fortuna vuole che un mio contatto su Facebook (perdonatemi, ma stavolta non ricordo veramente chi sia stato) stamattina abbia pubblicato l’ennesima immagine di Informazione Libera.

La frase scritta sul cartello pubblicitario recita

You are who you are when no one is looking

che, tradotta, significa

Tu sei chi sei quando nessuno sta guardando

Il fotografo è stato bravo nell’inserire nell’inquadratura una persona che fissa il cartello: sembra riflettere sul significato di queste parole. Il bianco e nero, poi, dà un che di serietà  e di cronaca al tutto. Dalla posizione in cui si trova, il soggetto non poteva vedere il fotografo (a meno che sia una modella, ma è un altro discorso). Ecco che la persona appare nella sua completa naturalezza. Se si fosse accorta di essere ripresa, forse avrebbe girato la testa e sorriso.

Fotografia a parte, vorrei farvi una domandavi accorgete mai quando state recitando una parte? Se la risposta è affermativa, ricorderete anche una di queste situazioni: davanti a delle persone più o meno conosciute, ma che non possono essere definite amiche, avete assunto l’atteggiamento che più ritenevate opportuno in quell’occasione.

Se foste stati da soli nella stessa stanza, forse avreste potuto permettervi di essere ciò che siete realmente.

Se la situazione che ho descritto vi suona famigliare, ho una richiesta da farvi: per favore, smettetela subito. Non solo perché non mi piacciono le persone che recitano, ma anche per il vostro benessere: alla lunga, non riuscirete più a reggere la parte, e scoppierete.

 

 

 

 

Un commento su “You are who you are when no one is looking”

Rispondi