Cimitero Monumentale

TombaCimiteroMonumentaleMilano
Mia fotografia di una tomba nel Cimitero Monumentale di Milano

Vorrei farvi una domanda

Vi è mai capitato di visitare un museo a cielo aperto?

A me capita molto spesso: abito vicino al Cimitero Monumentale di Milano. La nuova linea 5 della metropolitana, chiamata famigliarmente la lilla, ferma proprio nel Piazzale antistante l’ingresso principale. Alcune volte l’ho visitato con la macchina fotografica al seguito. Strano a dirsi, anche Angelica apprezza questo posto, ma non lo abbiamo mai visitato insieme. Tante persone non hanno il coraggio di entrare per una visita: si fermano davanti al cancello, pensierosi.

Nessuno dei miei cari è sepolto qui, ma non credo che esistano molti musei monotematici con una superficie di 250.000 metri quadrati. In uno spazio così vasto, è facile non incontrare nessuno e perdersi, se non ci fossero i cartelli. Anche per questo motivo è inclusa nei percorsi turistici proposti nelle gite aziendali e nelle attività della guida Valeria Celsi.

Potrebbe sembrare assurdo parlare di un luogo dedicato alla morte su un blog dedicato alla vita, ma – mentre viviamo – dobbiamo anche ricordarci di chi è venuto prima di noi e non c’è più ed ha contribuito a far sì che il mondo che ci circonda sia quello con cui abbiamo a che fare tutti i giorni.

Pensate al circuito automobilistico di Monza, per esempio: ad ogni Gran Premio, il commentatore nominerà 53 volte la famosa Variante Ascari, dedicata ad Alberto. Quante volte, poi, siete andati sui Navigli, pensando ad Alda Merini? Se volete trovarla, la troverete nel Famedio, con

Non posso certo nominare tutte le persone illustri tumulati nel Famedio, ma sono certo che – dopo una visita – assocerete il nome di una via ad una tomba o, sareste fortunati, ad un volto.

Un commento su “Cimitero Monumentale”

Rispondi