Incidente nell’azienda Lamina di Milano

Foto aerea della Lamina, Azienda in cui è accaduto l'incidente
Foto Aerea della Lamina ripresa dal sito aziendale

Milano è una metropoli: impossibile conoscere tutte le persone che vi abitano e ancor meno tutte le persone che vi lavorano, la maggior parte dei quali pendolari, per non parlare delle aziende che hanno la sede all’ombra della Madonnina. Purtroppo, deve accadere qualcosa di grave, come un incidente sul luogo di lavoro affinché una persona sia ricordata, almeno per qualche tempo.

È quanto mi sento di dire leggendo la notizia della fuga di azoto alla Lamina di via Rho.

Il titolo scelto dalla redazione de La Repubblica non lascia spazio ad interpretazioni, come è giusto che sia

Milano, incidente in un’azienda metalmeccanica: tre operai morti intossicati, un altro gravissimo

Una vicenda in cui gli attori sembrano essere:

  • Un’azienda anch’essa (probabilmente) sconosciuta ai non addetti ai lavori
  • Una via che ho dovuto cercare su Google maps
  • Tutto ciò che emergerà dalle immagini

Ampliare il tutto al concetto di vita per come lo intendo sempre su questo blog è – purtroppo – fin troppo facile. Non possiamo pretendere di certo di conoscere tutte le persone che gravitano su Milano e provincia. Tuttavia, ci sono individui che conosciamo solo di vista, perché li incontriamo tutti i giorni, magari casualmente.

Il passeggero del tram che sale due fermate dopo di noi, il barista che ci sorride dietro il bancone, il povero che chiede la carità davanti ad un cancello che attraversiamo tutte le mattine…. L’elenco delle persone che incontriamo ogni mattina senza conoscerne il nome è lunghissimo, non neghiamolo.

Non dimentichiamo, poi, le parti della città che non conosciamo. Le giustificazioni del poco tempo libero a disposizione o della grandezza della metropoli non reggono: siamo le stesse persone che, durante il week-end, trascorrono ore in coda per godersi qualche ora sulle piste da sci….A voi trovare la conclusione!

 

 

 

Rispondi