Ligabue racconta “Made in Italy” sul set

 

Prima di scrivere questo articolo, mi sono premurato di ascoltare Made in Italy in ordine di traccia: solo in questo modo si può apprezzare completamente il lavoro di Luciano Ligabue.

Il video dell’intervista rivela una cosa interessante: l’album non era nato immediatamente con l’intenzione di farne un film.

Non è così assurdo come può sembrare. The Wall ha dovuto aspettare quattro anni prima di essere portato sul grande schermo da Alan Parker. Credo che nemmeno i Pink Floyd pensassero di fare un film tratto da un loro album.

Dal grande schermo al palcoscenico della vita il passo è breve: nessuno può prevedere cosa accadrà in futuro….eppure ci comportiamo tutti progettando il proprio futuro.

Giusto avere dei progetti, per carità, ma ogni persona deve essere pronta anche a cambiare strada, perché non sempre va tutto come abbiamo progettato.

Rispondi