Adesso

Non avendo guardato nessuna puntata di Sanremo, sto scoprendo le canzoni che vi hanno partecipato un po’ alla volta.

Sentendo il testo di Adesso, proposta da Diodato e Roy Paci, confermo il coraggio della giuria nel premiare il brano di Meta e Moro. Ho detto sentire e non leggere perché le canzoni devono essere ascoltate e non lette. La lettura, se proprio deve esserci, deve essere fatta successivamente.

Se si trattasse solo di analizzare le parole, il concetto è condivisibile: anziché preoccuparci del futuro, dobbiamo concentrarci sul presente.

Tuttavia, è un concetto che deve essere ampliato e meglio espresso: occorre concentrarsi sul presente, ben sapendo che ciò che stiamo facendo avrà delle conseguenze in futuro.

Non possiamo di certo prevedere il futuro, ma possiamo immaginarlo. Così facendo potremo abbozzare una mappa della strada da seguire.

Se uniamo questa mappa al fatto che la vita è imprevedibile, si capisce ciò che dobbiamo fare: concentrarci con tutte le nostre forze verso l’obiettivo di stare bene con noi stessi e con gli altri sia ora che in futuro.

Rispondi