Pensavo che andava più meglio

Tweet con l'hashtag #maratonamentana e la foto di Valeria Fedeli
Pensavo che andava più meglio

Quando ho visto il tweet proposto da Franco Romanini con l’immagine di Valeria Fedeli che esclama durante la maratona elettorale condotta da Enrico Mentana subito dopo la chiusura delle urne

Pensavo che andava più meglio

Non ho avuto dubbi: il tweet rappresenta uno stato d’animo e mentale condiviso da molti, sia da chi pensava di vincere e, invece, ha perso, sia da chi pensava di stravincere e, invece, ha solo vinto. C’è anche chi è più che soddisfatto del risultato: giusto che sia così.

Io paragono le elezioni, amministrative o politiche che siano, ad un matrimonio, in cui si celebra l’inizio di una nuova avventura. Non voglio dare a questo sostantivo un significato esagerato, ma voglio solo dire che – nel matrimonio come nelle elezioni – si è felici dopo il fatidico , ma la bellezza del primo giorno potrebbe non ripetersi per sempre.

La vita, a volte, ci riserva momenti:

  • Difficili
  • Tristi
  • Strani

Sono quei momenti che, a posteriori, possono essere affrontati con leggerezza e la consapevolezza che è anche grazie a quei momenti che siamo diventati le persone che siamo.

È ovvio che nessuno di noi, oggi, può rispondere con certezza alla domanda

Dove saremo fra cinque anni o anche meno?

Al massimo, possiamo fare delle ipotesi, che mi ricordano i forse elencati nel monologo di The big kahuna. Alcuni di questi forse saranno risolti dalle scelte che faremo noi ed altre persone, come avviene in politica, altri saranno condizionati esclusivamente dalle scelte altrui, altri ancora dipenderanno solo da noi.

Solo quando sarà trascorso un certo periodo di tempo potremo esclamare

Pensavo che andava più meglio

Magari usando una sintassi ed una grammatica corretta. Faremo un raffronto fra ciò che è stato è ciò che avrebbe potuto essere. Tuttavia, non dobbiamo preoccuparci: la vita conosce la strada meglio di noi.

Rispondi