Havana in versione Pentatonica – cover dei Pentatonix

Stasera ho voluto fare un’esperimento: ascoltare la cover dei Pentatonix del brano Havana e scrivere di getto i miei pensieri.

Immagino già Consolata che si starà mettendo le mani nei capelli, pensando che non si possa fare! Non so nemmeno dire se il problema principale è quello di pensare in negativo o quello di pensare, fermo restando che riflettere è un’altra cosa.

Il fatto che si tratti di una cover aiuta un po’ il flusso logico di questa pazziaIl testo, oltre ad essere piuttosto semplice, è anche ben conosciuto. A ben vedere, le canzoni sono come gli oggetti: difficile inventare qualcosa di assolutamente nuovo. Persino quel geniaccio di Steve Jobs non ha fatto altro che:

  1. Prendere un telefonino
  2. Modernizzarne il concetto
  3. Renderlo un oggetto di culto

La storia dell’IPhone è un po’ più complicata di così, ma il riassunto estremo è proprio questo. Senza avere l’obiettivo di diventare milionari o vincere un Nobel, vivere in modo originale è proprio ciò che dobbiamo fare tutti noi.

Qualunque sia la vostra vita o la vostra passione, è impensabile che i vostri risultati siano esattamente identici a quelli di chiunque altro, per un semplice motivo

Voi siete voi, gli altri sono gli altri

La natura umana fa sì che tutti facciano domande a tutti: questa è una bellissima cosa. Un po’ meno bello è il fatto che quella stessa natura umana che ci contraddistingue porti il nostro cervello a a non ascoltare quei concetti che sono contrari al nostro modo di concepire l’esistenza.

Giusto formarsi un’opinione sugli altri, ma occorre anche ricordarsi che – per quanto completa possa essere una descrizione della propria esistenza – si omettono sempre dei dettagli; in quanto tali, dovrebbero essere poco importanti, ma sono quelli che fanno sì che ognuno di noi sia unico ed irripetibile.

Permettetemi di darvi un consiglio: ascoltate qualunque persona, ragionate con la vostra testa, senza attaccare nessuno per il loro personale modo di vivere.

 

 

Un commento su “Havana in versione Pentatonica – cover dei Pentatonix”

  1. Una volta, certi esperimenti riuscivano anche a me… Ora, per una sorta di “problemi tecnici di audio” sono solo un ricordo… Eheheh
    Per tutto il resto, condivido; il semplice fatto che abbia scelto come logo e payoff “Unicamente, the persuit of uniqueness” la dice lunga! Purtroppo non tutti se ne rendono conto; oppure è più facile copiare che essere unici e autentici, perché ciò comporta fatica, impegno e responsabilità.
    Lo dimostra un interrssante studio fatto sulle foto postate su Instagram… Tutte uguali!

Rispondi