Ora che se ne andranno tutti gli immigrati

Speranza relativa agli immigrati
Ora che se ne andranno tutti gli immigrati potrò finalmente avere il lavoro dei miei sogni e….

Si sa che il programma politico di uno dei partiti vincenti le scorse elezioni considerava la questione immigrati un problema, e tante persone si sono trovate d’accordo, anche se credo che non fosse l’unico punto programmatico a suscitare un certo appeal nell’elettorato.

In ogni caso, internet (o la rete, come l’avrebbe chiamata il fondatore dell’altro movimento politico vincente) ha già provveduto ironicamente a fare previsioni sull’attuazione del programma.  La pagina Facebook Quel maledetto intellettualeinfatti, ha condiviso la frase

Ora che se ne andranno tutti gli immigrati potrò finalmente avere il lavoro dei miei sogni…

Immaginandola come ipotetico titolo del libro proposto nell’immagine. Ciò che interessa a noi, però è il sottotitolo

e raccogliere pomodori sammarzano a 3 euro l’ora per 12 ore al giorno in nero

Forse non tutti coglieranno quest’ironia. Chi ha studiato comunicazione sa che il cervello tende a rifiutare un determinato messaggio, se questo è contrario ai nostri principi.

Non sono qui per fare politica…e nemmeno polemica, lo sapete, perciò voglio ampliare il concetto espresso dalla frase. L’ironia è palese, ma potrebbe essere sostituita da un qualsiasi contesto lavorativo ignoto, per esempio:

Credo che l’ignorare

qualcosa sia il modo migliore (o peggiore, a seconda dei punti di vista) per prendersela  con questa o quella categoria, se non addirittura la singola persona. Non credo sarete tutti d’accordo con me, quantomeno nei fatti: a parole, siamo tutti contro il razzismo, ma non sapete quante piccole angherie vedo subire da gente che ha il solo difetto di pensarla diversamente da noi o avere dei tratti somatici non conformi agli standard nazionali.

Ho sempre suggerito di ascoltarsi di più, ma non ho mai chiarito come farlo. Uno dei modi è farsi raccontare in prima persona la propria storia da una persona appena conosciuta o che non frequentereste mai. Per esperienza personale, posso dirvi che raramente metterete in pericolo la vostra incolumità: basta solo trovare il contesto giusto.

 

Rispondi