Ottobre è il mese delle castagne e delle zucche…

Elenco delle cose che ci aspettano ad ottobre
Ottobre è il mese delle castagne e delle zucche

Tre giorni fa è cominciato il mese di ottobre: sembrerebbe un’ovvietà, ma la pagina Facebook I battiti del cuore ha voluto celebrare quest’evento con un elenco delle cose che ci attendono

Ottobre è il mese delle castagne e delle zucche, delle prime cioccolate calde,  delle prime serate vicino al fuoco, del primo freddo che si scioglie nell’abbraccio delle persone che ami. Ottobre è il mese della dolcezza, dei dolci pensieri, delle coccole, del plaid e dell’affetto in famiglia. Che sia per tutti noi un mese ricco di speranza, di amore e di tanta SERENITA’

L’elenco fatto è ovviamente generico: nessuno può sapere cosa accadrà questo mese. Di certo, qualcuno farà almeno una delle cose elencate, altri addirittura tutte.

Tuttavia, proprio perché è un elenco che deve risultare condivisibile da tutti, lascia inesplorate le specificità della vita di ognuno di noi. Cosa accadrà questo mese, per citare Lucio Battisti

Lo scopriremo solo vivendo

Qualche evento potrebbe essere già fissato in calendario:

  • Un matrimonio
  • Una nascita
  • Un compleanno

Altre cose non sono programmabili: purtroppo, a qualcuno di noi capiterà di dover fronteggiare la morte di una persona cara. Senza voler essere né troppo tragici, né troppo ottimisti, accadranno tante cose che non possiamo prevedere.

All’inizio, nei giorni immediatamente successivi all’accadimento, non daremo troppo peso a ciò che abbiamo provato o pensato in quel momento. Fra qualche tempo, ripenseremo alla stessa cosa e ci accorgeremo di quanto il nostro destino abbia preso una piega diversa, proprio grazie a quella cosa accaduta nell’ottobre 2018.

Forse questi pensieri sono dettati dal fatto che dovremo aspettare dicembre per delle vere festività ed ottobre, a meno che non si celebri un compleanno, non è certo un mese che si ricorda facilmente. Tuttavia, fra qualche anno, potremo renderci conto di quanto quest’ottobre ha influenzato ciò che noi, adesso, dobbiamo chiamare futuro.

Rispondi