La bontà è l’unico investimento che non fallisce mai

Aforisma dedicato alla bontà di Henry David Thoreau
La bontà è l’unico investimento che non fallisce mai

Ogni tanto, anziché su internet, trovo ciò di cui parlare sul mio smartphone, come è accaduto oggi, quando tramite WhatsApp ho ricevuto un aforisma sulla bontà.

La frase è di Henry David Thoreau, uno che di investimenti se ne intendeva

La bontà è l’unico investimento che non fallisce mai

Continua a leggere La bontà è l’unico investimento che non fallisce mai

Le persone che incontri sono come le canzoni in radio…

Le persone che incontri sono come le canzoni in radio. Per alcune alzi il volume. Per altre cambi stazione
Le persone che incontri sono come le canzoni in radio. Per alcune alzi il volume. Per altre cambi stazione

Quando accendiamo la radio, raramente ci soffermiamo sulla prima stazione su cui siamo sintonizzati: cerchiamo qualcosa di nostro interesse. Secondo la frase di oggi, con le persone è la stessa cosa

Le persone che incontri sono come le canzoni in radio. Per alcune alzi il volume. Per altre cambi stazione

Continua a leggere Le persone che incontri sono come le canzoni in radio…

Un gatto non farebbe mai amicizia con qualcuno

Frase sul gatto di Amos Oz
Un gatto non farebbe mai amicizia con qualcuno che non è ben disposto verso di lui. I gatti non sbagliano mai sulle persone

Vivendo in un appartamento milanese, il regolamento condominiale mi impedisce di tenere un cane o un gatto in casa.  Potendo scegliere, ero convinto di optare per un cane, ma la frase di Amos Oz mi sta facendo riflettere

Un gatto non farebbe mai amicizia con qualcuno che non è ben disposto verso di lui. I gatti non sbagliano mai sulle persone

Continua a leggere Un gatto non farebbe mai amicizia con qualcuno

Questo pensiero è per tutte le persone…

Pensiero di Pasqua dalla pagina Facebook "I battiti del cuore"
Questo pensiero è per tutte le persone che hanno un pezzetto del proprio cuore lassù, nel cielo. Che questa Pasqua possa portare un po’ di serenità e di pace nella vostra vita

Domenica prossima sarà Pasqua, una ricorrenza che la pagina Facebook I battiti del cuore ha voluto celebrare con un pensiero speciale, scrivendo la frase

Questo pensiero è per tutte le persone che hanno un pezzetto del proprio cuore lassù, nel cielo. Che questa Pasqua possa portare un po’ di serenità e di pace nella vostra vita

L’immagine, per quanto semplice, è molto parlante:

  • Il cielo come sfondo
  • Un cuore
  • Una colomba con un ramoscello di Ulivo nel becco

Mi conoscete: non credo che pensiate mi fermi qui, perciò mi immagino che vi stiate ponendo la domanda

Ma cosa ci comunica, al di là del ricordo?

Una cosa molto semplice, secondo me: non occorrono grossi pensieri per poter vivere un ricordo. Forse qualcuno pensa che occorre fare qualcosa di particolare per poter vivere nel cuore delle persone.

Queste persone stanno commettendo un errore: un conto è trovare il proprio nome scritto sui libri di storia, un conto è trovarlo in fondo al cuore di qualcuno che ci ama e che amiamo a nostra volta.

Sicuramente i nomi di Giuseppe Garibaldi o di Giuseppe Mazzini vi ricorderanno che è anche grazie a loro che esiste l’Italia.Ognuno di noi, però, ha anche dei nomi che hanno fatto sì che la propria storia personale abbia preso una determinata direzione.

Come Garibaldi e Mazzini, alcuni di questi personaggi della vostra storia personale non potranno festeggiare con voi la Pasqua. Normale che la cosa vi rattristi, ma c’è una cosa che può riuscire a contrastare la tristezza.

Questa cosa è il ricordo: l’insieme degli aneddoti che solo voi conoscete, a meno che non vogliate raccontarli di vostra spontanea volontà, e che vi faranno sentire meno lontani chi non c’è più.

La vita ha un senso solo se desideriamo ancora il domani

 

La vita ha un senso solo se abbiamo ancora un sogno che ci fa desiderare il domani
La vita ha un senso solo se abbiamo ancora un sogno che ci fa desiderare il domani

Stamattina ho commesso un errore: sulla pagina Facebook dedicata al blog ho erroneamente annunciato che avrei parlato di una determinata frase, senza rendermi conto che ne avevo già parlato esattamente due anni fa. Spero di non commettere lo stesso errore domani.

Continua a leggere La vita ha un senso solo se desideriamo ancora il domani

Il 19 marzo è la festa del papà

Screenshot del messaggio "È la festa del papà" apparso sull'app di Facebook il 19 marzo 2018
È la festa del papà! Desideriamo festeggiare gli uomini che regalano amore e sostegno alle proprie famiglie e comunità

Vorrei trattare l’argomento del lunedì come se fosse una notizia: oggi è la festa del papà. Tuttavia, questa non è una notizia, dato che la ricorrenza è stata istituita nel primo decennio del secolo scorso.

Continua a leggere Il 19 marzo è la festa del papà

Sbanca al botteghino la commedia “Scemo e più scemo”….

 

Di Maio e Di Battista o "Scemo e più scemo"?
Il post della pagina Facebook “Fotografie segnanti” in cui gli esponenti del M5S sono stati paragonati ai protagonisti di “Scemo e più scemo”

Le urne sono chiuse, lo spoglio delle schede è ancora in corso.  La satira online ed offline sta già cominciando a lavorare. La pagina Facebook Fotografie Segnanti ha paragonato due esponenti del Movimento 5 Stelle a Jim Carrey e Jeff Daniels o, per meglio dire, ai personaggi da loro interpretati nel film Scemo e più scemo.

Continua a leggere Sbanca al botteghino la commedia “Scemo e più scemo”….

Pensavo che andava più meglio

Tweet con l'hashtag #maratonamentana e la foto di Valeria Fedeli
Pensavo che andava più meglio

Quando ho visto il tweet proposto da Franco Romanini con l’immagine di Valeria Fedeli che esclama durante la maratona elettorale condotta da Enrico Mentana subito dopo la chiusura delle urne

Pensavo che andava più meglio

Continua a leggere Pensavo che andava più meglio

Quali scenari per il futuro? Quale futuro?

Vignetta di ElleKappa
Vignetta di ElleKappa pubblicata sul quotidiano “La Repubblica”

Oggi è una giornata importante: è il giorno delle elezioni politiche 2018. Non è necessario leggere i giornali o guardare la televisione per capire che il clima sia piuttosto acceso. Basta guardare le vignette satiriche, come quella proposta da Ellekappa su La Repubblica di oggi.

Il primo personaggio domanda

Quali scenari per il futuro?

Il secondo risponde

Quale futuro?

Se non sapessi che si tratta di satira, direi che il quesito è legittimo: quale futuro vorremmo per la nostra vita?

Non sto parlando della vita del nostro Paese, l’Italia, sto parlando della nostra vita personale. Fateci caso: ogni cinque anni (o anche meno) abbiamo il dovere civico di andare a votare, ma non sentiamo mai il bisogno di fermarci per valutare dove sta andando la nostra vita personale, di tanto in tanto.

Le rare volte che lo facciamo, è perché ci è capitato fra le mani un vecchio libro che non leggiamo, ma semplicemente sfogliamo, perché non troviamo il tempo di fare altro.

In realtà, dovremmo trovare assolutamente questo tempo. I motivi sono molteplici

  • Valutare a posteriori
  • Pianificare
  • Modificare

So bene che invito sempre a vivere il presente, ma è anche vero che vi invito spesso a riflettere e non possiamo considerare ogni giorno come scollegato dai precedenti o dai successivi: la nostra vita non è una vignetta statistica, è più simile ad un libro. Valutando il passato, possiamo immaginare una nostra esistenza futura, almeno partendo dal presupposto che non possiamo cambiare nulla della nostra condizione odierna.

Mi pare di avervi già invitato a fare il seguente esperimento: una sera a settimana, prima di addormentarvi, focalizzate su un singolo aspetto della vostra vita che non vi piace ed immaginate un ipotetico comportamento alternativo.  Cercate di individuare una cosa relativamente semplice da cambiare. La mattina dopo, effettuate la modifica. La settimana successiva, ripetete l’esperimento: settimana dopo settimana, avete realizzato dei vostri scenari futuri.