Havana in versione Pentatonica – cover dei Pentatonix

Stasera ho voluto fare un’esperimento: ascoltare la cover dei Pentatonix del brano Havana e scrivere di getto i miei pensieri.

Continua a leggere Havana in versione Pentatonica – cover dei Pentatonix

Uno poi si stanca di spiegarsi, di parlare, di …

Aforisma di Charles Bukowski sul parlare e spiegare
Uno poi si stanca di spiegarsi , di parlare, di cercare in tutti i modi di farsi capire. A volte bisogna semplicemente sorridere e mandare a fanculo

Ho sempre invitato i lettori di questo blog ad ascoltarsi di più, il che significa che occorre anche parlare di più con il prossimo. Charles Bukowski sembrerebbe non essere d’accordo con me, se leggiamo il suo aforisma condiviso dalla pagina Facebook Resilienza

Continua a leggere Uno poi si stanca di spiegarsi, di parlare, di …

In equilibrio sul buio

 

Cercando video per il mio blog su Youtube, ho scoperto che molte scuole realizzano cortometraggi veramente ben fatti durante le attività extrascolastiche. Ho deciso di condividere Da quando ho incontrato Jessica della scuola media di Modugno per vari motivi:

Continua a leggere In equilibrio sul buio

Sono cresciuto in mezzo ai libri, facendomi amici invisibili

Passaggio de "L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafón: "Sono cresciuto in mezzo ai libri..."
Sono cresciuto in mezzo ai libri, facendomi amici invisibili tra le pagine polverose di cui ho ancora l’odore sulle mani.

Con il nuovo anno, ho deciso che ogni martedì mi occuperò esclusivamente di frasi o immagini che ho trovato su Facebook. Proprio per questo motivo ho scelto una frase della pagina Informazione Libera, che riporta uno stralcio de L’ombra del vento

Continua a leggere Sono cresciuto in mezzo ai libri, facendomi amici invisibili

Se ferisce la tua anima, lascialo andare

Se ferisce la tua anima, lascialo andare - Najwa Zebian
Se ferisce la tua anima, lascialo andare

Certe immagini fanno giri strani: sono pubblicate su un sito o una pagina Facebook, per poi essere condivise da più parti. È il caso dell’immagine di oggi: un concetto di Najwa Zebian preso dalla pagina Vita Impersonale, è stata rilanciato da Apri la mente…Io l’ho portata fuori dai Social Network.

Continua a leggere Se ferisce la tua anima, lascialo andare

Mi sento come se il mondo…

 

Mi sento come se il mondo volesse vedere fino a che punto resisto
Mi sento come se il mondo volesse vedere fino a che punto resisto

Oggi, se mi avreste incontrato per strada e mi aveste domandato come mi sentissimolto probabilmente vi avrei citato la frase

Mi sento come se il mondo volesse vedere fino a che punto resisto

Continua a leggere Mi sento come se il mondo…

Non dite “a domani”, così, tanto per dire…

Non dite "a domani", così, tanto per dire...
Non dite “a domani”, così, tanto per dire…

Ci sono locuzioni che usiamo senza rendercene conto, un po’ come gli auguri di Natale. A volte non ci rendiamo conto di quanto le nostre parole possano assumere un significato molto più profondo per chi ci ascolta.

La frase di oggi capovolge il concetto in modo radicale

Continua a leggere Non dite “a domani”, così, tanto per dire…

Thank God It’s Christmas

Avevo previsto di scrivere questo articolo ieri ma, come potrete immaginare, ero in tutt’altre faccende affaccendato.

Spero che vogliate accettare i miei auguri di  Buon Natale con un sottofondo musicale dei Queen con ventiquattrore di ritardo…al massimo, potrete riciclarli assieme ai doni poco graditi trovati sotto l’albero l’anno prossimo

Continua a leggere Thank God It’s Christmas

A Natale puoi…

Ci sono vari motivi per cui mi piacciono le canzoni rap:

  1. Prendono a riferimento l’attualità
  2. Usano un linguaggio semplice
  3. Ci fanno considerare le cose sotto un’altra prospettiva

Non so chi abbia avuto l’idea di campionare il jingle della Bauli e aggiungere un testo valido nel corso del tempo: ciò che possiamo fare questo Natale lo avremmo potuto fare nel Natale Passato e lo potremo fare anche nel Natale Futuro. Comunque sia, nella sua semplicità, trovo questa idea semplicemente geniale.

Pubblicità a parte, ci sono tante cose che possiamo fare a Natale. Alcune di esse le facciamo veramente:

  • Andiamo a trovare chi non vediamo da tempo
  • Facciamo regali
  • Ci concediamo più di qualcosa a livello culinario

Sull’ultimo punto, è chiaro che – se mangiassimmo tutti i giorni come mangiamo in questo periodo dell’anno – avremmo qualche problema di salute….Ma cosa mi dite degli altri due? La vita si compone di trecentosessantacinquegiorni all’anno: possibile che telefoniate ai vostri amici lontani solo in queste occasioni?

 

Io amo Dante, follemente. Anche perché mi ha insegnato…

Io amo Dante, follemente
Io amo Dante, follemente. Anche perché mi ha insegnato “Vuolsi così colà dove si puote/ciò che si vuole, e di più non dimandare”, che è la più bella perifrasi mai sentita per dire a uno “Fatti i cazzi tuoi”.

Non so se è perchè sia domenica, oppure perchè la settimana prossima è Natale, ma stasera ho voglia di scherzare, anche se non troppo.

La frase dell’utente Twitter e condivisa dalla pagina Facebook Univeti non necessita certo di grosse spiegazioni

Io amo Dante, follemente. Anche perché mi ha insegnato “Vuolsi così colà dove si puote/ciò che si vuole, e di più non dimandare”, che è la più bella perifrasi mai sentita per dire a uno “Fatti i cazzi tuoi”

Chiunque abbia fatto le scuole superiori conosce il Sommo Poeta, i suoi versi e magari si sarà dilettato a farne una versione satirica.

Lo sguardo superficiale usato fin qui, però, non mi basta:voglio andare oltre.

Nella vita, a tutti saranno capitate queste due cose:

  • Insultare qualcuno
  • Essere insultati da qualcuno

Le offese gratuite non mi sono mai piaciute sia chiaro. Tuttavia, esistono almeno due eccezioni:

  1. Quando qualcuno ci offende
  2. Quando abbiamo instaurato con qualcuno uno spirito cameratesco

Nel primo caso, sarebbe troppo semplice vendicarsi, ma dobbiamo comunque mostrare il nostro disappunto con civiltà e ironia: una parafrasi è proprio quello che ci vuole…e più alto è la fama della citazione usata, meglio è.

Nel secondo caso, che potremmo definire cameratismo, le parole non sottendono un significato offensivo, bensì uno diametralmente opposto, che potrei riassumere con un pensiero come

So che mi capisci così come io capisco te: faccio questa battuta perchè tu la intenderai nel modo corretto

A volte, però, può capitare che qualcuno esageri: non dobbiamo avere paura nel mostrare il nostro disappunto. Un dialogo aperto migliora sensibilmente i rapporti.