Johnny B. Goode

 

Quanto ho sentito la notizia della morte di Chuck Berry, ho deciso di parlarne attraverso la scena-tributo di Ritorno al futuro. A quanto pare,  Il Corriere della Sera mi ha preceduto: del resto, stiamo parlando di giornalisti professionisti e professionali.

La considero una fortuna: non devo fare il solito coccodrillo e posso concentrarmi su altri aspetti.

La frase detta da Micheal J. Fox alla fine della scena è molto importante

Penso che ancora non siate pronti per questa musica… ma ai vostri figli piacerà

Sono parole che argomentano lo scontro generazionale con la dovuta ironia: chi non ha mai criticato, giudicandolo  senza sensofuori luogo,  il comportamento di una persona di un’altra generazione?

giovani, anche quelli più tranquilli, sono più portati degli anziani ad adeguarsi alle novità e vorrebbero un mondo diverso….In altre parole, la stessa cosa che volevano i nostri genitori e – ancor prima – i nostri nonni nei decenni passati.

Gli anziani sono portatori di una conoscenza che sicuramente le persone più giovani non hanno.

Occorrerebbero

  • Un trattato di psicologia
  • Un trattato di neurologia
  • Un trattado di sociologia

Per andare a fondo del fenomeno: nessuno ancora l’ha fatto…per fortuna. Pertanto, spetta a noi fare in modo che lo scontro generazionale si trasformi in confronto generazionale.

 

I giovani non hanno bisogno di prediche…

I giovani non hanno bisogno di prediche: i giovani hanno bisogno, da parte degli anziani, di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo
I giovani non hanno bisogno di prediche: i giovani hanno bisogno, da parte degli anziani, di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo

Sono troppo giovane per ricordare la presidenza (e la presenza) di Sandro Pertini, ma ho comunque in mente la sua immagine al goal di Tardelli nella finale dei Mondiali del 1982.

Durante il discorso presidenziale di fine anno, Pertini disse

I giovani non hanno bisogno di prediche: i giovani hanno bisogno, da parte degli anziani, di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo

È bello sentire una frase del genere da un anziano:

  • Incoraggia gli anziani ad essere d’esempio per i giovani
  • Incoraggia i giovani a prendere d’esempio gli anziani

Al giorno d’oggi, invece, siamo sempre più presi non solo dallo scontro generazionale, ma anche dallo scontro personale.

Se il primo incentiva il progresso, il secondo lo ostacola: chiusi nelle nostre convinzioni, non siamo disposti ad ascoltare l’altro.

Credo sia un meccanismo perversoè un meccanismo di autodifesa delle nostre convinzioni che rende più complicato il dialogo con l’altro. Credo sia per questo che sorgono quotidianamente incomprensioni, discussioni e litigi.

Se così fosse, si spiegherebbe anche il motivo perchè

  • Gli anziani accusano i giovani di non capire i valori
  • I giovani accusano gli anziani di essere antiquati