Questa è un'epoca in cui tutto viene messo in vista sulla finestra, per occultare il vuoto della stanza

Immagine dalla pagina Facebook "Open your mind"
Questa è un’epoca in cui tutto viene messo in vista sulla finestra, per occultare il vuoto della stanza

Se c’è una cosa di cui mi sono sempre lamentato, è la tendenza delle persone a sfoggiare con insistenza gli oggetti che posseggono:

  • L’ultimo modello di Iphone
  • Il vestito firmato appena comprato in via Montenapoleone
  • La macchina nuova di zecca

Ma non siamo in crisi? Certamente: siamo in crisi economica, ma ancor di più siamo in crisi di valori.

La frase di stasera, pronunciata dall’attuale Dalai Lama, sembra avvalorare la mia ipotesi

Questa è un’epoca in cui tutto viene messo in vista sulla finestra, per occultare il vuoto della stanza

Giusto ieri ho avuto la prova concreta della situazione: sono stato portato al pronto soccorso a causa di una caduta sul ghiaccio. Mentre ero sdraiato a terra, cercando faticosamente di rialzarmi, mi sono passate accanto alcune persone: l’unica che mi ha prestato soccorso allertando la Municipale è stato un settantenne. Persone più giovani non mi hanno nemmeno notato: forse avevano paura che avessi inventato un nuovo tipo di truffa per sottrarre loro il giubbotto firmato.

Cosa mi ha insegnato questa storia? La società moderna vorrebbe che ce la cavassimo da soli…ma, se nessuno ci aiuta, non faremo molta strada. Anzi…Rischierremmo di cadere!

Non lasciare che il comportamento degli altri distrugga la tua pace interiore

Frase del Dalai Lama
Non lasciare che il comportamento degli altri distrugga la tua pace interiore…

Dopo aver scritto l’articolo di ieri, ero un po’ scosso: per oggi mi ero ripromesso di scrivere qualcosa di leggero, dato che ci stiamo avvicinando alle Feste. Con questo blog, però, è difficile: la profondità di certi concetti è importante tanto quanto la leggerezza di altre frasi

Se, poi, la frase  è stata pronunciata dal Dalai Lama…come potrei evitare di parlarne? Sentire la massima carica buddista predicare la via per preservare la pace interiore è come sentire il Papa predicare come non cadere in tentazione.

Non lasciare che il comportamento degli altri distrugga la tua pace interiore…

Come mi insegnò un mio professore, siamo unici e diversi. Per questo motivo, il concetto di pace interiore è diverso da persona a persona. Da qui a capire come raggiungere la pace interiore, il passo è breve: occorre fare ciò che ci fa sentire bene.

Conservare la pace interiore può essere più difficile, specie quando siamo spesso criticati. Credo che occorrano soprattutto due caratteristiche:

  1. Sicurezza nel compiere le proprie azioni
  2. Un gran lavoro su sè stessi

Non so se la mia amica Francesca aggiungerebbe qualcosa a riguardo, ma ciò che ho appena citato è solo la base per partire….poi dobbiamo camminare da soli.

Esistono solo due giorni dell'anno in cui non si può fare niente…

 

Esistono solo due giorni dell'anno in cui non si può fare niente. Uno si chiama ieri e l'altro domani. Pertanto oggi è il gorno migliore per amare, crescere, agire e soprattutto vivere
Esistono solo due giorni dell’anno in cui non si può fare niente. Uno si chiama ieri e l’altro domani. Pertanto oggi è il giorno migliore per amare, crescere, agire e soprattutto vivere

Quante volte diciamo a noi stessi frasi come

Oggi sono troppo stanco: lo farò domani

Oppure rimpiangiamo i nostri errori dicendo

Se potessi tornare indietro nel tempo, agirei diversamente

Se parlassimo con Tenzin Gyatso, attuale Dalai Lama, ci direbbe

Esistono solo due giorni dell’anno in cui non si può fare niente. Uno si chiama ieri e l’altro domani. Pertanto oggi è il giorno migliore per amare, crescere, agire e soprattutto vivere

A seconda del nostro carattere e del nostro rapporto con la religione (sia in generale, che buddhista in particolare), potremmo reagire a quest’affermazione in molti modi diversi.

Ciò non toglie che sia un’affermazione tremendamente vera! Del resto, il proverbio italiano

Non rimandare a domani ciò che puoi fare oggi

Riassume lo stesso concetto, anche se in termini più pratici.

Il problema è solo uno: tendiamo ad incasinarci i  pensieri, preoccupandoci di cose che – in seguito – appariranno irrilevanti! Ci credo che poi stramazziamo sul divano ogni sera alle 21! Siamo maestri d’incasinamento totale: una sorta di Ufficio Complicazioni Affari Semplici ambulante.

Paradossalmente, lo facciamo spesso anche a fin di bene (nostro o altrui, poco importa):

  • Chiediamo consigli su come risolvere un nostro problema
  • Elargiamo consigli su come risolvere un problema altrui

 

La diagnosi è presto fatta: non ci fidiamo del nostro istinto.

Se qualcuno ha trovato una cura, mi faccia un fischio.

 

Ricorda che non ottenere quel che si vuole, può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna

Non ottenere quel che si vuole, può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna
Ricorda che non ottenere quel che si vuole, può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna

Ogni tanto ci capita di pensare a degli obiettivi: potremmo definirlo ciò che vorremmo. Dopo aver faticato tanto, gli obiettivi ci sfuggono di mano, perchè non possiamo controllare tutto.

Quando mi capita di non aver raggiunto un determinato obiettivo, devo sforzarmi di ricordare la frase che ho letto oggi e vi propongo stasera

Ricorda che non ottenere quel che si vuole, può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna

Il fatto che sia genericamente attribuito al Dalai Lama, mi fa pensare che la frase sia stata pronunciata da Tenzin Gyatso…Se così non fosse, vi prego di correggermi.

Nessuno può dire se questa frase sia vera. Per appurarlo dovremmo:

  1. Vivere una determinata esperienza
  2. L’esperienza deve rivelarsi negativa
  3. Poter tornare indietro nel tempo
  4. Vivere un’esperienza alternativa

Il resto sono solo supposizioni.

Se volete la mia, la graffetta gialla in alto a destra mi ricorda qualcosa da appuntare sulla copertina di un testo. L’angolo piegato in basso mi ricorda che, in determinati casi, si deve proprio voltare pagina.

Spesso è difficile farlo: abbiamo paura di abbandonare ciò che abbiamo inseguito lungamente. A volte, però, è necessario.

Devo cercare di ricordarmelo più spesso.