E’ il mio dolore e me lo devo portare

Nadia Toffa parla del dolore che deve portare
È il mio dolore e me lo devo portare. È una sfida che posso magari non vincere, ma l’importante è mettercela tutta, combattere

Di tanto in tanto, la iena Nadia Toffa ci aggiorna sulle sue condizioni di salute postando una frase su Instagram, che poi viene riportata da vari siti. Ieri ha scritto

È il mio dolore e me lo devo portare. È una sfida che posso magari non vincere, ma l’importante è mettercela tutta, combattere

Continua a leggere E’ il mio dolore e me lo devo portare

Dimenticare è così lungo, amare è così breve

amare e dimenticare di Pablo Neruda
Amare è così breve, dimenticare così lungo

Ieri, passeggiando fra gli scaffali della libreria Feltrinelli, ho trovato una frase di Pablo Neruda che non si può certo dimenticare

Amare è così breve, dimenticare così lungo

Continua a leggere Dimenticare è così lungo, amare è così breve

A volte ti arrendi, non perché ti penti del dolore…

A volte ti arrendi, non perché ti penti del dolore che hai vissuto, ma perché ti accorgi di meritare almeno l'amore che hai dato
A volte ti arrendi, non perché ti penti del dolore che hai vissuto, ma perché ti accorgi di meritare almeno l’amore che hai dato

 

Tutti nella vita prima o poi proviamo dolore: triste a dirsi, ma è così. Credo sia per questo che non ci pentiamo mai di averlo provato. Lo scrittore di aforismi  Vincenzo Cannova deve saperlo bene, visto che ha scritto su Twitter

A volte ti arrendi, non perché ti penti del dolore che hai vissuto, ma perché ti accorgi di meritare almeno l’amore che hai dato

Continua a leggere A volte ti arrendi, non perché ti penti del dolore…

Finchè si sente dolore, sei ancora vivo…

Frase di un anonimo
Finchè si sente dolore, sei ancora vivo. Finchè si commmettono errori, sei ancora umano e finchè si continua a cercare, c’è ancora speranza

Fra poche ore, il 2016 ci saluterà definitivamente: sembra ieri che ho scritto il mio primo articolo su questo blog. Ogni 31 dicembre – da bravo ragioniere – mi trovo a fare un bilancio dell’anno appena passato e un preventivo di quello futuro….forse perchè sto ancora cercando qualcosa.

Il fatto di essere alla ricerca di qualunque cosa vogliate, potrebbe sembrare negativo, ma se leggete con calma la frase

Finchè si sente dolore, sei ancora vivo. Finchè si commmettono errori, sei ancora umano e finchè si continua a cercare, c’è ancora speranza

capirete che non c’è quasi nulla di negativo. Certo: soffrire non piace a nessuno. Però, voglio farvi una domanda: se ripensate ai successi che avete ottenuto, ricordate più piacevolmente quelli che avete ottenuto senza sforzo, oppure quelli che vi sono costati sofferenza?

Non possiamo sapere cosa ci riserveranno i prossimi 365 giorni, di una cosa però sono sicuro:

  • Alcuni giorni piangeremo
  • Alcuni giorni rideremo
  • Alcuni giorni ci sembreranno inutili

Fa parte della vita: dobbiamo accettare giorno per giorno ciò che ci viene dato. L’importante è non perdere la speranza.

Forse è questo il mio agurio per il nuovo anno: vi auguro di non perdere la speranza.