Pensa ad Aretha – Think

Stando alle ultime notizie dell’ANSA e di altri siti, Aretha Franklin  sarebbe ricoverata a Detroit e la sua vita sarebbe appesa ad un filo. Un blogger come me, in questi casi, pensa sempre a come omaggiare una regina nell’augurio che si riprenda.

Continua a leggere Pensa ad Aretha – Think

Che fine hanno fatto i protagonisti di “Sapore di mare”?

La fine dei protagonisti di "Sapore di mare"
Foto di gruppo del cast di “Sapore di mare”

Di tanto in tanto, anche l’Huffington Postnotizie o si pone quesiti leggeri, interpellandosi sulla fine di questo o quel personaggio un tempo famoso, ma oggi sparito dai radar dello star system.

La domanda che si è fatta il giornalista riguarda il film Sapore di mare

Che fine hanno fatto i protagonisti ?

Continua a leggere Che fine hanno fatto i protagonisti di “Sapore di mare”?

Pieraccioni e le cinquanta sfumature

Locandina del film "Il ciclone"
Locandina del film “Il ciclone”

In genere – lo sapete bene – quando parlo di Facebook lo faccio tramite immagini e frasi tratte da pagine pubbliche, non da profili personali. Oggi, però, il post di Leonardo Pieraccioni è troppo succoso per non poterne parlare. Lo riporto di seguito, esattamente com’è Continua a leggere Pieraccioni e le cinquanta sfumature

Ligabue racconta l’album “Made in Italy” sul set

Prima di scrivere questo articolo, mi sono premurato di ascoltare l’album Made in Italy in ordine di traccia: solo in questo modo si può apprezzare completamente il lavoro di Luciano Ligabue. Del resto, come dice lo stesso cantautore, questo non è un album, è una storia

Il video dell’intervista rivela una cosa interessante: l’album non era nato immediatamente con l’intenzione di farne un film. Invece, lo sarà, è vedrà tra i protagonisti Stefano Accorsi (che ha già lavorato con il Liga ai tempi di Radiofreccia) e Kasia Smutniak.

Continua a leggere Ligabue racconta l’album “Made in Italy” sul set

Solo perchè qualcuno è morto, non vuol dire che…

Solo perchè qualcuno è morto, non vuol dire che se ne sia andato
Solo perchè qualcuno è morto, non vuol dire che se ne sia andato

Questa mattina mi sono risvegliato con in testa solo una cosa l’immagine della locandina del film Gothika del 2003 con Halle Berry, Robert Downey Jr. e Penelope Cruz.

Acquistai il DVD del film perchè attratto dalla frase sulla locandina, che potete leggere sotto il braccio sinistro della Berry

Solo perchè qualcuno è morto, non vuol dire che se ne sia andato

Se unite l’immagine alla frase, forse vi verrà in mente qualche altra associazione mentale oltre alla morte. Personalmente, penso all’angoscia e alla solitudine che si prova quando non ci sentiamo capiti…e non è necessario essere pazzi come nel film che ho citato.

Se pensate che il non essere capiti dalla maggioranza delle persone equivale, se non ad essere pazzi, quantomeno ad avere problemi psicologici, vi sbagliate di grosso!

Se è vero che viviamo tutti sotto lo stesso cielo, per usare un modo di dire che può non piacere ma che rende l’idea, è anche vero che ognuno di noi valuta il mondo secondo il proprio vissuto. Chi ha avuto una vita grama in passato, è molto probabile che valuti il proprio presente ed il proprio futuro con un’ottica più negativa di chi ha avuto più fortuna.

Questo può portare

  • Litigi
  • Rotture
  • Incomprensioni

In qualsiasi rapporto abbiate intessuto in passato, amicizia inclusa. Pensate ad una persona che incita l’altra a vedere le cose con maggiore positività: è solo un consiglio, ma probabilmente il ricevente del messaggio non si sentirà compreso.

A volte mi domando

Si possono sistemare le cose in questi casi?

Non ho ancora trovato una risposta definitiva: di certo, come nella frase che vi ho proposto, possiamo considerare morta (psicologiamente parlando,ovvio) un nostro amico passato, ma non è come se non ci fosse mai stato.