Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare

 

La comicità può essere vista anche come un modo per far riflettere sulle condizioni del mondo odierno e le cose che non vanno nella vita di ognuno di noi: è più semplice dire qualcosa ridendo che con il viso preoccupato.

E’ quanto hanno fatto John Landis e John Belushi molte volte, anche in Animal House inserendo la famosa battuta

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare

Occorrerebbe vedere quasi tutto il film per capire quanto sia vera questa frase: è sinonimo di non arrendersi mai.

A volte abbiamo bisogno di tempo per (ri)organizzarci, ma non possiamo stare fermi con le mani in mano troppo a lungo. Dopo vari tentativi, è giusto cambiare strada, meditando prima il da farsi.

È quello che sto facendo io in questo periodo: la mia psicanalista non sarà molto contenta quando mi rivedrà a settembre. I tentativi fatti finora non sono stati proficui.

Dovremmo prendere esempio dalla luna: ogni mese si rigenera. Il sole non è da prendere come punto di riferimento: non si arrende mai, difatti è presente anche quando non lo vediamo, come nei giorni di pioggia. Del resto, anche in Animal House tutto è preceduto da una riunione dei componenti della confraternita Delta.

 

 

 

I miei personaggi dicono che va bene essere incasinati…

Frase di John Belushi
I miei personaggi dicono che va bene essere incasinati. La gente non deve necessariamente essere perfetta. Non deve essere intelligentissima. Non deve seguire le regole. Può divertirsi. La maggior parte dei film di oggi fa sentire la gente inadeguata. Io no

Ogni anno nascono persone intelligenti, ma solo una volta ogni tanto nascono dei geni:

  • Leonardo Da Vinci è stato un genio eclettico
  • Steve Jobs è stato il genio che ha rivoluzionato l’informatica
  • Dario Fo ha vinto un nobel mettendo alla berlina il potere

Nonostante la sua sua vita molto turbolenta, credo che John Belushi sia stato un genio della vita.

Basta leggere questa sua frase per capirlo

I miei personaggi dicono che va bene essere incasinati. La gente non deve necessariamente essere perfetta. Non deve essere intelligentissima. Non deve seguire le regole. Può divertirsi. La maggior parte dei film di oggi fa sentire la gente inadeguata. Io no

Vorrei domandarvi: che effetto vi fa essere presi in giro da un personaggio televisivo e cinematografico, ovvero che viveva in un ambiente che vorrebbe mostrare la perfezione, a cui spesso cerchiamo di adeguarci?

Immagino già una possibile obiezione

John Belushi sarà stato anche un bravo attore, ma è morto di overdose, perciò non era la persona più pulita di questo mondo

 

Ed è proprio questo il punto. Vari personaggi televisivi sembrano essere – a loro modo – perfetti.  Noi scimmiottiamo il loro modo di agire e di pensare, pensando che siano così anche nella vita reale.

Anche quei pochi che non si fanno influenzare dalla televisione hanno preso comunque a modello qualcuno, perdendo in naturalezza. Una persona che frequentano assiduamente, ma in un ambiente altro rispetto a quello domestico.

Potrei farvi numerosi esempi personali, ma non credo servirebbero a farvi capire veramente il concetto.

Per il momento, mi fermo qui: vi prometto che posterò presto un articolo che spiegherà meglio il concetto.

 

Scuse

 

Quando fissiamo un appuntamento, pensiamo di riuscire a rispettarlo più o meno facilmente. A volte, questo non capita: ma deve essere l’eccezione, non la regola.

A tutti possono capitare degli imprevisti: è successo anche a me, a volte me ne sono dimenticato.  Non cerco scuse: dico semplicemente la verità.

Usare delle scuse è piuttosto patetico: è un modo come un altro per dire

Non avevo voglia di fare la cosa che ti avevo promesso

 

Dato lo spezzone  di film che ho postato, si può capire come le scuse possono risultare ridicole

Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero… rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C’è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!

Un conto, però, è mettere in bocca delle scuse a John Belushi, che le ha usate come battuta. Ben diverso è usare una scusa come giustificazione: non fa ridere per nulla.

Cosa fare, quando si è commesso un errore o una dimenticanza? Dire semplicemente la verità!