Nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri

Frase di Oscar Wilde
Nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri

Certe pubblicità sono più efficaci di altre e i curatori della pagina Facebook de Il mio libro  lo sanno bene.

Lettura e scrittura sono sinonimi di libertà: leggendo e scrivendo ci rifugiamo in un mondo tutto nostro. Se c’è uno scrittore che ben incarna questo concetto è Oscar Wilde, infatti si deve a lui la frase

Nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri

Per quanto mi riguarda, solo grazie alla mia terapeuta ho capito questo concetto: io sono libero di vivere come mi pare, gli altri non hanno il diritto di giudicarmi.  Pensandoci bene, non esiste una sola persona di cui ho pensato

Si comporta come….

seguito dal nome di un’altra persona. Eppure commettiamo due errori:

  1. Spesso cerchiamo di emulare gli altri
  2. Altre volte, giudichiamo gli altri per il loro comportamento

Sia chi viene emulato, sia chi viene giudicato ha tutto il diritto di criticare chi lo fa domandando

Ma come ti permetti?

A volte, non è neppure necessario fare a domanda direttamente: basta comportarsi di conseguenza. Non posso portare esempi personali, ma solo generici. Supponiamo che una persona manchi di rispetto ad un suo amico, giudicando il suo comportamento. Ognuno può comportarsi come meglio crede (del resto, siamo in democrazia): io mi limito a incassare e…a sparire dalla circolazione, perché non mi piace litigare.

Io non posso insegnarvi a vivere: andrei contro i miei principi ed anche io ho ancora molto da imparare, come tutti del resto.

C'è un solo modo per avere un amico: essere un amico

C'è un solo modo per avere un amico: essere un amico
C’è un solo modo per avere un amico: essere un amico

Prima di scrivere un articolo, controllo sempre l’esattezza di una frase: a quanto pare, però,  qualcuno non fa la stessa cosa.

La frase

C’è un solo modo per avere un amico: essere un amico

Non è stato pronunciato da Oscar Wilde nè, tantomeno, esiste. L’aforisma corretto è

L’unica ricompensa della virtù è la virtù, l’unico modo di avere un amico è esserlo

ed è stato pronunciato da Ralph Waldo Emerson: bastava una ricerca di due minuti con Google per controllare. Non posso negare, però, che questa frase sia profondamente vera.

Tutto si gioca sui verbi ausiliari avere ed essere: avete mai fatto caso che tutti vogliono avere amici, ma pochi vogliono essere amici? Secondo me

  • Avere un amico è avere qualcuno su cui contare nel momento del bisogno
  • Essere un amico è far sì che ci sia uno scambio reciproco (di favori, ma anche d’affetto) fra due persone che si fidano l’una dell’altra

Ciò spiegherebbe la solitudine di cui molti soffrono in questi anni: spesso non interagiamo con le persone da pari a pari, ma le sfruttiamo per i nostri scopi.

Putroppo, chi è sfruttato non se ne rende conto, perchè:

  1. Confonde sfruttamento ed amicizia
  2. Pensa che l‘amico (o lo sfruttatore?) ricambierà, prima o poi

 

Inutile aggiungere che il prima o poi non si concretizza mai.