La famiglia non è sempre una questione di sangue…

Due amiche sorridenti sono una famiglia
La famiglia non è sempre una questione di sangue. Famiglia sono le persone della tua vita che ti vogliono nella loro e che ti vogliono per quello che sei. Sono quelle che fanno di tutto per farti sorridere e che ti amano senza condizioni

Sono single, abito lontano dai miei gentitori da anni, mio fratello ha la sua vita… come potrei mai parlare di famiglia?

Ne parlo perchè non intendo la famiglia in senso giuridico, ma come la intende la frase  condivisa sulla pagina Facebook Pensieri scalzi di L. Scudiero

La famiglia non è sempre una questione di sangue. Famiglia sono le persone della tua vita che ti vogliono nella loro e che ti vogliono per quello che sei. Sono quelle che fanno di tutto per farti sorridere e che ti amano senza condizioni

Per esempio, della mia famiglia fanno parte:

  • Consolata, che mi consiglia sempre: magari un giorno cambierà il nome in Consigliata
  • Paola, con cui proprio stasera ho fatto una di quelle telefonate che solo noi due possiamo capire
  • Flora: non ho mai parlato di lei…ma credo che i nostri rispettivi gestori telefonici debbano farci un piano forfettario, data la lunghezza chilometrica delle nostre chiamate: pagheremmo molto meno
  • Gli scalmanati del gruppo di fotografia: no, non potreste mai dire che è un gruppo normale…

Credo che anche voi abbiate dei famigliari non inseriti nel vostro stato di famiglia. Parafrasando Totò, potremmo chiederci

Siamo uomini o famigliari?

ma forse è una domanda stupida: non è necessario capire quale sia il tipo di rapporto che ci lega l’uno all’altro, l’importante è che esista.

'A livella

 

Pur non potendomi definire cattolico, non mi sembrava giusto far passare la ricorrenza dei defunti senza parlarne. Scavando nella memoria, mi sono ricordato della poesia A livella.

Chi meglio del suo stesso autore, il principe della risata Totò, può declamare il testo con la giusta intonazione, conferendole un tono a volte drammatico e a volte nel simpatico dialetto napoletano, senza scadere nel comico?

In modo molto più prosaico, spesso si constata (e, altrettanto spesso si nega) un fatto

Tutti dobbiamo morire

Anche io sono spaventato dalla morte, ma c’è una cosa che trovo ancora più ingiusta: una volta morti, i defunti sono spesso omaggiati anche da persone che non si sono fatte vedere da vive…soprattutto nel momento del bisogno.

La vita ci porta a dover fronteggiare prima le difficoltàpoi la morte stessa: alla seconda non c’è rimedio, ma alle prime sì. Pertanto, vorrei che – durante la vita di qualcuno – ci siano le stesse persone che partecipano alla cerimonia funebre.

Chi ha la coscienza pulita, non ti evita: ti affronta

Frase di Totò
Nella vita quello che conta è la coscienza e chi la tiene pulita non ti evita…ti affronta.

Commettiamo tutti degli errori: l’importante è saperli riconoscere e perdonarsi.  Io, per esempio, questa sera avevo scelto la frase di cui parlerò senza sapere che è stata pronunciata da Totò.

Chi ha la coscienza pulita, non ti evita: ti affronta

Solo perdonandosi e perdonando si può avere la coscienza pulita. Ma quale beneficio può portare avere la coscienza pulita?

Anche se facciamo finta di nulla, molte preoccupazioni ci prendono di sorpresa oppure – in modo molto subdolo – si insinuano nella nostra mente disturbando il nostro umore.

Non è bello affrontare una giornata con un peso sulla coscienza in più, non trovate? Perchè mai dovremmo farlo, allora?

Il problema è presto detto: siamo troppo orgogliosi per ammettere di aver sbagliato e, quindi, per chiedere scusa.