La lezione di Ostello Bello…

Il bar di "Ostello Bello"
Il bar di “Ostello Bello” come appare dal sito internet

A volte, internet ci propone delle notizie  un po’ datate: cercando l’argomento di oggi, sono incappato in un’articolo de L’inkiesta di cinque anni fa, riguardante la paventata chiusura di Ostello Bello, in . Allora questo blog non esisteva ancora, l’Expo era ancora di là da venire….

Continua a leggere La lezione di Ostello Bello…

Si allungano le giornate: Come vivere bevendo solo spritz

Tweet di Righetto sulla ricerca "Come vivere bevendo solo spritz "
Iniziano ad allungarsi le giornate e ad arrivare i primi caldi: Come vivere vivendo solo spritz

Vi siete mai posti la domanda

Ma cosa cercano le persone su Google?

Io tante volte. Di certo, dipende dal periodo dell’anno. Visto che manca circa un mese all’estate, secondo l’utente di Twitter Righetto la ricerca non può che essere in tema

Iniziano ad allungarsi le giornate e ad arrivare i primi caldi: Come vivere vivendo solo spritz

Continua a leggere Si allungano le giornate: Come vivere bevendo solo spritz

Tutto ha una spiegazione

Non ho trovato il video ufficiale di Tutto ha una spiegazione, canzone contenuta nell’album d’esordio che Laura Bono pubblicò nel 2005. Con un gioco di parole, potrei dire che anche questo ha una spiegazione: o non esiste, o nessuno l’ha (ancora) pubblicato su Youtube. Continua a leggere Tutto ha una spiegazione

Ti racconto l’altra Milano, oltre i grattacieli

Immagine d'apertura dell'articolo "Ti racconto l’ altra Milano, oltre i grattacieli"
Immagine d’apertura dell’articolo “Ti racconto l’ altra Milano, oltre i grattacieli”

Tra venticinque aprile e primo maggio,  è un po’ che non scrivo sul blog. Non che me ne sia passata la voglia, ma l’articolo di Emanuele Coen  non è un racconto: è uno spaccato della Milano attuale su cui ho dovuto riflettere.

Continua a leggere Ti racconto l’altra Milano, oltre i grattacieli

Una vera donna, da un vero uomo si aspetta questo…

Una vera donna, da un vero uomo si aspetta questo
Devi farla sorridere come una bambina. Amarla come una donna e trattarla come una regina. Una vera donna, da un vero uomo si aspetta questo.

Ieri mi sono concesso una pausa dal blog: non sono riuscito a trovare una frase che reputassi vera nemmeno a piangere. L’unica che ho trovato, mi ha lasciato perplesso

Devi farla sorridere come una bambina. Amarla come una donna e trattarla come una regina. Una vera donna, da un vero uomo si aspetta questo

Continua a leggere Una vera donna, da un vero uomo si aspetta questo…

Il Pulitzer a Kendrick Lamar è importante

Ritratto di Kendrik Lamar,, vincitore del Premio Pulitzer per l'album DAMN
Ritratto di Kendrik Lamar, vincitore del Premio Pulitzer per l’album DAMN

Prima che vincesse il Premio Pulitzer, non conoscevo Kendrick Lamar: il rap mi piace ma, per apprezzarlo, devo capire immediatamente il testo … e in inglese non è semplice.

Continua a leggere Il Pulitzer a Kendrick Lamar è importante

La mia terra

Non ho mai nascosto che la mia terra, per citare il titolo della canzone dei Nomadi che vi propongo, è la Valtellina. So bene da che parte sta: centotrenta chilometri a Nord di Milano.

Più che di terra, credo che sia meglio parlare di terre: non credo esista una sola persona legata ad un solo luogo. Ognuno di noi ricorda, per esempio

  • La terra natia
  • La terra dove è emigrato, se lo ha fatto
  • La terra legata ai suoi amori

In un certo senso, i ricordi sono legati sempre ad un luogo: se si ricorda un evento qualsiasi, è quasi obbligatorio ricordarsi dove è accaduto quell’evento.

Domandarsi da che parte sia, come accade nel testo di questo brano, significa – usando un po’ un gioco di parole – aver perso la bussola. Fuor di metafora, significa essere giunti ad un momento della propria  vita in cui è troppo presto per redigere un bilancio.

Siccome non possiamo contrastare lo scorrere del tempo, non possiamo né fermarci, né tornare indietro. Tuttavia, possiamo sempre rallentare: non ci lamentiamo forse che la vita moderna è troppo veloce? Ecco, allora l’occasione giusta per farlo: scendete da quel treno in corsa che è la vostra vita e proseguite a piedi.

Anche se il lavoro, la famiglia e gli obblighi in generale vi occupano gran parte della vostra giornata, non dite che non avete abbastanza tempo per rallentare. Abbiamo almeno un paio d’ore ogni sera per ritrovare noi stessi.

La nostra terra è composta anche dal nostro insieme di passioni, hobby, emozioni e qualunque altra cosa ci renda felici. Se non c’è nulla che vi renda felici in questo momento, forse dovete scavare un po’ nei vostri ricordi passati o – addirittura – remoti.

Forse non ve lo ricordate, ma anche voi siete stati piccoli, per citare la battuta dello spettacolo di Mary Poppins che mi è rimasta più impressa. Vi ho già detto anche cosa dovete fare: sfruttate la notte per ritrovare la vostra strada.

Hacker eliminano il video di Despacito

Un frame del video caricato dagli hacker al posto di "Despasito"
Un frame del video caricato dagli hacker al posto di “Despasito”

Leggendo l’articolo pubblicato sul sito della rivista Rolling Stone relativo agli  hacker che avevano sostituito il video della canzone Despacito con altri di loro gradimento, sono saltato sulla sedia!

Continua a leggere Hacker eliminano il video di Despacito