Le montagne limitano: bisogna andare su

 

Effetto delle montagne
Le montagne limitano: bisogna andare su!

Le montagne limitano: bisogna andare su!

Non sorprendetevi se ho preso la frase di stasera dal mio profilo Facebook. L’aforisma

Le montagne limitano: bisogna andare su!

è stato pronunciato dalla mia psicanalista ieri sera al termine della seduta. Il discorso ruotava intorno ai luoghi della mia infanzia, la Valtellina: un luogo circondato da montagne come ce ne sono molti altri, in cui gli abitanti sono spesso definiti montanari in modo dispregiativo.

Le persone valtellinesi hanno un grosso pregio e un grosso difetto, soprattutto nei rapporti interpersonali:

  • Sono molto chiusi e diffidenti, quindi hanno pochi amici
  • Sanno molto protettivi, quindi quei pochi amici sono veri

Lo stesso ambiente sociale è molto protettivo: ci si aiuta l’un l’altro, ma lo straniero non ha vita facile dalle mie parti. La frase di oggi voleva ampliare il mio sguardo: i forestieri non sono tutti pronti ad attaccarci, ma hanno semplicemente usi e costumi diversi.

Restare chiusi in una valle, come è capitato a me per vent’anni, significa chiudersi in sé stessi. Io non ho avuto scelta: ci sono nato…Avessi potuto scegliere, sarei nato a Milano.

Fortunatamente:

  • Sono riuscito a venire a Milano
  • Sto cercando di ampliare i miei orizzonti
  • Sono molto curioso

Proprio la curiosità mi ha impedito di essere razzista: mi sono sempre domandato il perché delle cose, anche del modo di vivere degli altri. Se tutti noi salissimo sulle montagne, vedremo anche un’altra prospettiva: quella degli altri.

Non voglio invitarvi a prendermi come esempio nel senso stretto del termine. Piuttosto, vi invito a prendere in considerazione dove siete nati e che vita avete vissuto da quando siete nati fino ad oggi.

L’esercizio che vi propongo serve soprattutto a capire come siete diventati ciò che siete. Spesso ci capitano cose che ci segnano, ma non ce ne rendiamo conto.

Rispondi