Essere felici non vuol dire che nella tua vita sia tutto perfetto

Cosa vuol dire essere felici
Essere felici non vuol dire che nella tua vita sia tutto perfetto

Quante volte ho pensato che essere felici volesse dire che tutto nella vita fosse perfetto? Non lo so: ho perso il conto. So solo che non ci sono mai riuscito veramente, forse perchè il concetto di felicità è evanescente: cambia con il tempo e a seconda delle situazioni.

La frase di stasera, tratta dal film 4 amiche e un paio di jeans, sta modificando le mie convinzioni e mi fa riflettere

Essere felici non vuol dire che nella tua vita sia tutto perfetto. Magari significa vivere di tante piccole cose…e far sì che siano più importanti delle cose brutte.

Da qualche tempo ho preso l’abitudine di segnarmi su un’app dello smartphone tuttociò che mi capita durante la giornata:

  • Incontri programmati o casuali
  • Frasi dette dai colleghi
  • Imprevisti

A fine giornata, mi rendo conto che mi sono capitati tanti piccoli aneddoti, la maggior parte piacevoli, che fanno sì che la mia vita da single impenitente non sia così monotona come l’ho sempre considerata.

Questo significa che nella vita di ognuno di noi possono esserci molte cose di cui non ci rendiamo conto, ma che rendono la nostra esistenza in qualche modo speciale.

A volte, senza rendercene conto, facciamo cose che chi rendono persone uniche ed irripetibili.

Pensate, per esempio, a quando avete fatto conoscere un ristorante o un bar ad un vostro amico: se non ci foste stati voi, probabilmente non avrebbe mai cominciato a frequentare quel locale. Comunque sia, io preferisco l’esempio classico: immaginate uno di quei giorni in cui siete andati a trovare qualcuno. La giornata di quella persona sarebbe stata molto diversa.

Magari nel vostro lavandino ci sono ancora i piatti da lavare , ma avete trascorso comunque una bella giornata.

3 pensieri riguardo “Essere felici non vuol dire che nella tua vita sia tutto perfetto”

  1. Bel consiglio, bella osservazione! Perché la nostra vita è una, cosicché è sempre una la possibilità di farne un capolavoro, e se sprechiamo questa possibilità non ci resta che evidenziare le cose negative che, per la nostra propensione ad essere insoddisfatti, si fa strada spontaneamente

  2. per questo ho sempre sostituito a “felicità” “serenità”… ma comunque spesso si trova felicità anche in ciò che non è per niente perfetto, ma in qualche modo, ci fa comunque stare bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.