Se pensassi ad alta voce sarei ai domiciliari

Se pensassi ad alta voce sarei ai domiciliari
Se pensassi ad alta voce sarei ai domiciliari

È sabato sera, ho appena cambiato casa, sono senza voce, ma domani andrò comunque a fotografare: bastano questi tre motivi per giustificare il motivo per cui ho scelto una frase ironica da Facebook questa sera?

Il fatto che sia ironica non esclude che la frase autografata con lo pseudonimo tremenoventi sia vera:

Se pensassi ad alta voce sarei ai domiciliari

Tutti noi, per vari motivi, abbiamo taciuto o mentito parlando con altre persone: la libertà di pensiero e la libertà di parola sono difese dalla nostra Costituzione…e limitate dalle buone maniere!

Molto dipende anche dal carattere di ognuno:

  • Chi è remissivo o riflessivo tenderà a tacere
  • Una persona irascibile o ansiosa comincerà a urlare
  • Chi è pacato esprimerà la propria opinione con tranquillità

Anche il contesto in cui dobbiamo esprimerci ha il suo peso: dire una cosa in famiglia è diverso che dirla in ufficio. Molto dipende sia dai rapporti che intratteniamo con le persone, sia quanta voce in capitolo crediamo di avere relativamente all’argomento oggetto della discussione, sia dalla nostra autostima.

Non dimentichiamo – poi – il luogo: se siamo a casa nostra, nel nostro domicilio o, più in generale, in qualunque luogo consideriamo nostro ed in cui ci troviamo a nostro agio, ci riteniamo più liberi nell’esprimere le nostre opinioni. Viceversa, se giochiamo fuori casa, saremo più trattenuti.

Non tutti, però, si comportano così. Credo che tutto dipenda dal rispetto reciproco: in questo caso,  è proprio vero il proverbio

la mia libertà finisce dove finisce dove inizia la tua

Quando cominceremo a capire che ognuno a diritto di esprimere la propria opinione e quanto scritto sulla Costituzione non sono semplicemente parole vuote, vivremo tutti meglio

Un commento su “Se pensassi ad alta voce sarei ai domiciliari”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.