Benvenuta fra i miei pensieri…

chi vuole entrare nei miei pensieri è la benvenuta
Benvenuta fra i miei pensieri, scusa per il maltempo

Mi ha subito colpito la vignetta  della pagina Facebook Coma empirico che vedete. Una donna chiede

Dove siamo?

l’uomo interrogato risponde

Benvenuta fra i miei pensieri…scusa per il maltempo

Non saprei dire se stupisca più la domanda o la risposta:

  • Perché la donna si sorprende di essere nei pensieri di qualcuno?
  • Perché l’uomo si deve scusare di avere brutti pensieri?

Il problema è proprio questo: pensiamo che tutti siano felici…Tutti, tranne noi.

Spesso siamo colpiti da pensieri ottimistici di chi ci circonda, altre volte abbiamo l’impressione che la persona a cui ci riferiamo sia fortunata ed abbia una vita migliore della nostra.

Se vi riconoscete in questa descrizione, potrebbe essere necessario chiedere aiuto a qualcuno. Non è possibile che i nostri pensieri siano sempre foschi, come ben esemplifica la vignetta.

Qualsiasi persona che riesca a sostenere questa mia tesi è la benvenuta. Gli elementi attraverso i quali sono giunto ad una conclusione simile sono sotto gli occhi di tutti, ma non molti li vedono. La causa di tutto questo è che siamo diventati individualisti e menefreghisti.

Le uniche persone che riescono a percepire i brutti pensieri di qualcuno sono quelle dotate di sufficiente empatia. Pur essendo una risorsa molto preziosa, è spesso sottovalutata. Non solo: l’empatia è spesso associata alla sensibilità, dote che non è molto apprezzata in linea generale, soprattutto fra i maschi.

La mancanza di empatia che sembra aver colpito l’umanità ha creato un paradosso: vogliamo la compagnia di qualcuno, ma siamo sempre più soli!

Senza voler dare un significato politico al tutto, si fa comunque presto a capire che la società si sta sfaldando…e non è un buon segno.

Le persone sono unite solo quando stanno affrontando lo stesso problema, poi si ritorna indifferenti come prima. Non è un buon segno.

4 pensieri riguardo “Benvenuta fra i miei pensieri…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.