Ci sono anch’io – Max Pezzali 883

Se dico Walt Disney, cosa vi viene in mente? Eccovi alcune delle mie risposte:

Non sono risposte casuali: il video che vi propongo questa sera racchiude tutti questi tre elementi insieme. Non a caso, il brano Ci sono anch’io fa parte della colonna sonora di Atlantis – il pianeta del tesoro, film della Disney del 2002. Come forse sapete già, è cantata da Max Pezzali, quando ancora faceva parte del gruppo 883.

Per informazioni più approfondite, chiedete alla mia amica Angelica o al mio amico Alex, persone che – se la cinefilia fosse una malattia – sarebbero all’ultimo stadio: io mi concentro sul significato di video, parole e canzoni.

Mi rendo conto che – questa volta – rischia di essere più difficile del solito:

  1. il testo è stato tradotto dalla versione inglese
  2. il video riprende molti spezzoni del film

Per capire il significato, ho dovuto prima ascoltare la canzone ad occhi chiusi e – poi – guardare il video muto: vi garantisco che il trucco funziona.

Concentrandosi sulle immagini, il concetto che appare subito chiaro è quello di magia: non è una cosa a cui credere o non credere. Come disse Ligabue durante il concerto Italia loves Emilia

A volte le magie succedono!

In altre parole, occorre essere aperti anche all’imprevedibile, senza pensare che la vita prosegua sempre sullo stesso binario. Può bastare un singolo evento o un singolo incontro per cambiare rotta senza nemmeno accorgersene.

Anche il testo parla di magia, in un certo senso: la magia che sentiamo dentro di noi quando perseguiamo un obiettivoIn questo caso, mi immagino Consolata nei panni del Presidente Roosevelt in Pearl Harbour che – con sguardo a dir poco grintoso – mi dice

… e lei viene a dire a me , non si può fare?!?!

Che poi io e Consolata non ci diamo del Lei, è solo perché siamo amici.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.