La gente si accontenta della superficie…

La gente si accontenta troppo
La gente si accontenta della superficie, di quei segni convenzionali che può scambiarsi senza pericolo, dell’assaggio, e resta assetata per tutta la vita.

Durante le mie lunghe passeggiate, mi è spesso capitato di farmi una domanda

Ma cosa vorrebbero le persone che incontro per la strada ogni giorno?

La  risposta sembrerebbe scontata, quasi banale: la gente vuole vivere la propria vita. Ognuno può dare il significato che vuole a questo concetto. Per quanto mi riguarda, dovrei stilare un elenco infinito di cose che vorrei.

Sàndor Marai dice la stessa cosa nel romanzo L’isola, con la frase

La gente si accontenta della superficie, di quei segni convenzionali che può scambiarsi senza pericolo, dell’assaggio, e resta assetata per tutta la vita.

Il problema è che – spesso -occorre scontrarsi con la realtà dei fatti. Non siamo soli al mondo, perciò i nostri scopi possono non coincidere con i desideri e le aspirazioni mondiali.

Non dimentichiamo che la vita è fatta anche di doveri. Estremizzo ipotizzando che a tutti piacerebbe stare in vacanza tutta la vita o, per fare un esempio più calzante, avere dei rapporti che siano veramente tali con le persone che conosce.

Le soluzioni sono solo due:

  1. Accontentarsi di ciò che abbiamo
  2. Fare di tutto per migliorare la situazione

In mezzo a questi due estremi, io preferisco la terza via. Partendo dal presupposto che non si può ottenere tutto subito si può procedere per gradi. Dobbiamo cominciare a scalfire la superficie per arrivare ogni giorno più in profondità.

Questo avviene molto spesso in amicizia in età adulta: si parte da una conoscenza superficiale per poi approfondirla giorno dopo giorno.

Questo gesto rivela molto spesso che qualsiasi persona non si accontenta della superficie, ma cerca di ottenere qualcosa di più giorno dopo giorno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.