Introduzione lunga, conclusione breve

Introduzione lunga
La lettera corretta di Nick Lutz

Questa sera vorrei scrivere un post diverso dal solito, perciò sarà necessaria una breve introduzione.

L’articolo dell’Huffington Post ha il titolo

L’ex fidanzata gli scrive per scusarsi, lui gliela rispedisce indietro dopo averle corretto tutti gli errori grammaticali

Due persone si lasciano. Anche se è stata la compagna a decidere di troncare la relazione, è la donna a scrivere una lettera di scuse. Lui, forse ancora deluso, non risponde alla lettera…ma la corregge ,  vestendo i panni di un professore di lettere, attribuendo  una sufficienza striminzita al componimento.

Una notizia del genere può suscitare ilarità ad una lettura superficiale…ma cerchiamo di mantenere la calma. Non è lecito domandarsi

Perché lui non ha considerato il gesto di lei?

Lo stesso ragazzo sembra rispondere che – invece – lo ha fatto, affermando

Introduzione lunga, conclusione breve, solo ipotesi ma mai una conferma. I dettagli sono importanti

In realtà, è solo un escamotage per non confrontarsi con la persona amata fino a poco tempo prima. Io, al suo posto, avrei quantomeno concesso un incontro chiarificatore: non accade forse così alla consegna di ogni tema? Invece, il ragazzo non lo ha concesso. A parziale giustificazione, possiamo dire che non sappiamo se ci sono stati tentativi di riappacificazione in precedenza. Purtroppo, certe notizie sono pubblicate senza che il lettore possa conoscere i dettagli ella vicenda

Siamo persone: tutti sbagliamo…che è come dire che nessuno è depositario della verità assoluta. Chiudersi nelle proprie convinzioni  non favorisce di certo né il dialogo, né il progredire dell’umanità. Prima di arrendersi alla volontà altrui, occorre fare più di un tentativo di riappacificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.