Svegliatemi quando finisce settembre

Stasera svegliatemi solo se il mio contatto Roberto non se ne abbia a male. Avevo promesso di parlare di una frase da lui postata ieri su Facebook

Non per mettervi ansia ma il famoso “se ne riparla a settembre” è fra 2 giorni

Un po’ perché riferita esplicitamente al 30 agosto, un po’ perché non ho trovato un’immagine adeguata, ma soprattutto perché mi ha fatto venire in mente una canzone, ho preferito parlare di Wake me up when september ends.

Il titolo del brano dei Green Day e la frase di Roberto sono più collegati di quanto non possa sembrare:

  • Roberto parla dell’inizio del mese
  • I Green Day si riferiscono alla fine dello stesso periodo

La ripresa dopo le ferie è sempre un po’ faticosa per tutti e verrebbe proprio da dire

Svegliatemi quando settembre è finito

Tuttavia, ricordiamoci che è un mese che deve essere vissuto, perciò vi auguro di riuscire ad ottenerne il massimo. Se riuscirete ad addormentarvi serenamente la notte, guarderete la luna con occhi diversi.

Qualche trucco per sopperire al trauma da rientro delle vacanze c’è sempre. Non sono certo io che deve suggerirvi quello più adatto a voi: lo conoscete meglio di me.

Di certo, gli hobby che avete sono un buon trucco per avere l’energia necessaria per svegliarsi. Non trovo producente, invece, programmare già le prossime ferie: lo trovo ansiogeno. Meglio, piuttosto, scegliere qualche cosa da fare nella quarantina di week-end che ci separano alla prossima estate.

Tuttavia, se dovreste dire ai vostri amici

Svegliatemi quando è ora di partire

Forse non è il week-end adatto a voi. Non sto dicendo di decidere sempre e comunque tutto voi. Piuttosto, fate a turno: deciderete la prossima uscita se qualcun altro ha deciso le precedenti.

Durante queste uscite, dimostrate l’entusiasmo che avete avuto durante queste vacanze: il resto dell’anno apparirà più leggero.

Rispondi