Sono solo canzonette

Mi trovo d’accordo con Edoardo Bennato che, parlando e cantando di quanto propone al pubblico, definisce ciò che fa canzonette.

Intendiamoci: non voglio dileggiare il risultato di un qualsiasi cantautore definendo come canzonette il risultato finale. Se Bennato scrive canzonette, io scrivo articoletti: qualcosa che potrebbe farvi pensare, ma anche farvi trascorrere qualche momento di tranquillità prima di dormire.

Io tengo un blog per due motivi:

  • Mi piace scrivere
  • Mi piace la vita

Da qui ad insegnare come vivere ad ognuno di voi…ce ne corre! Molto dipende dalle esperienze personali che ognuno di voi ha fatto o farà. Quello che scrivo qui è frutto solo e soltanto di una specie di analisi interiore o – se preferite – personale delle canzonette.  Io posso dare un significato, voi ne potrete dare un altro. Normale che sia così.

Da qui alla vita il passo è breve: non date significati troppo ossessivi a

  • Cosa dico io
  • Quanto fanno gli altri
  • Fate voi stessi

Ricordatevi una cosa: psicologi e psicoanalisti a parte, la maggior parte delle persone non capiscono almeno il novanta percento delle loro azioni. Le eseguono, questo è ovvio, ma non danno un significato particolare od anche solo generico a quanto dicono oppure a quanto fanno.

Il motivo è semplice: non si sono concessi il tempo di conoscersi abbastanza. Se avete sufficiente empatia, vi ritroverete a capire il comportamento altrui meglio di quanto non possiate immaginare. Vedere gli altri è facile, guardarsi allo specchio in modo obbiettivo lo è molto meno.

Non voglio – con i miei articoli -proporvi il modo giusto di vivere: voglio solo proporvi canzonette. Se – poi – trovate un motivo per commentare quanto scrivo, ben venga: fa piacere sapere che mi leggete.

Magari il modo migliore per usare questo blog e le canzonette che propone è riscoprire certe cose che erano cadute un po’ nel dimenticatoio, ma poi vivere veramente.

Rispondi