Muhammad Ali

Se penso ad una persona che mi dà l’esempio in quanto lottatore, penso a Muhammad Alì, anche se io preferisco chiamarlo con il suo nome prima della conversione: Cassius Clay. Credo che Marco Mengoni preferisca il primo, ma non importa.

Che preferiate il nome Muhammad o il precedente Cassius, non importa: lui era una persona che ha combattuto dentro e fuori dal ring.

Non nego che certi personaggi famosi, tra cui, appunto Muhammad Alì, possano darci esempio e – perché no – sprone ad ottenere dei risultati che ci prefiggiamo. Ci sono, però, alcuni punti da considerare:

  1. Muhammad Alì (o chi per lui, a seconda della vostra scelta) è morto
  2. Nessuno può fare ciò che volete voi al posto vostro
  3. Nessuno  può fermare le vostre intenzioni, salvo la legge

Quello che ci i questa canzone è semplice: dobbiamo lottare e trovare la forza dentro di noi. A volte, lo so, non è semplice: è a questo che servono gli amici. Non a consolarci, ma a darci il giusto stimolo per continuare a lottare .

Non so come possa essere il vostro amico perfetto. Il mio dovrebbe avere queste caratteristiche

  • Un po’ di psicologia
  • Quanto basta di confidenza
  • Per la restante parte…cazzaro!

Mi sembra superfluo dovervi indicare i motivialla base di queste tre caratteristiche. Comunque, sul ring della vita, dovete scendere voi! Questo credo sia il migliore dei beni.

La domanda può apparire scontata, ma ve la farò comunque

Avrete più soddisfazione a fare qualcosa con le vostre forze, oppure dopo aver delegato quanto vi sta a cuore ma è al contempo difficile a qualcun altro?

Non dico che bisogna sempre rifiutare di aiutare qualcun altro. Tuttavia, aiutare qualcuno non significa fare le cose al posto suo. Prendete proprio Muhammad Alì: grazie al suo allenatore Angelo Dundee è diventato quel che è stato…ma sul ring ci saliva lui.

Anche in Italia abbiamo avuto un esempio simile: Nereo Rocco diceva sempre

Mi te digo cossa far, ma dopo in campo te ghe va ti!

Non ho trovato la traduzione da nessuna parte: io so il significato delle parole e non voglio rompere questa tradizione. L’importante è che voi abbiate capito il concetto all’interno di questo articolo.

 

 

Rispondi