Oggi non ce la faccio a farcela

Oggi ce la faccio?
Oggi non ce la faccio a farcela

A tutti sarà capitato uno di quei giorni in cui si pronuncia la frase 

Oggi non ce la faccio a farcela

condivisa dalla pagina Facebook Vabbé

Il comportamento in questi casi varia a seconda della persona

  1. Chi si arrende alle parole che lui stesso pronuncia dentro di sé
  2. Qualcuno va avanti come se nulla fosse
  3. Altri si ripromettono di recuperare le forze quella stessa sera, magari andando a letto un po’ prima

Esiste anche chi si domanda

Come faccio ad uscire da questo stato che mi crea disagio?

Non sempre la risposta è pronta, anche perché – quando siamo in questo stato – difficilmente il cervello sembra volerci dare una mano. Normale che sia così: se il cervello avesse la possibilità di parlare in un linguaggio a noi conosciuto, sarebbe proprio lui a dire che non ce la fa.

Il cervello, in quanto organo del corpo, può comunicare il proprio malessere solo attraverso sensazioni: anziché prestare attenzione al fatto che non ce la facciamo, dovremmo prestare attenzione al fatto che il corpo ci sta comunicando che siamo stanchi.

Provocatoriamente, vorrei farvi una domanda

Quando è stata l’ultima volta in cui avete detto a voi stessi: “Oggi faccio quello che mi pare e piace?

Se state pensando all’ultima volta in cui siete andati in vacanza, avete sbagliato risposta. Quel periodo, per quanto desiderato,  era stato programmato da tempo, anche solo per trovare posto sul volo o nella località desiderata. Sto parlando di quei giorni in cui programmate il meno possibile: andare a prendere il giornale in edicola, ritirare la posta dalla buca delle lettere e poco più. Niente file al supermercato, niente squilli del telefono, niente computer: niente di niente.

Se state pronunciando da tempo la frase che vi ho proposto oggi, forse è giunto il momento di lasciare fare un po’ al caso.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.