Non ci si abitua mai all’assenza delle persone amate

assenza delle persone amate
Non ci si abitua mai all’assenza delle persone amate. Si impara soltanto a sopravvivere, ma è un’altra cosa.

Forse la frase tratta dalla pagina Facebook Tutta salute

Non ci si abitua mai all’assenza delle persone amate. Si impara soltanto a sopravvivere, ma è un’altra cosa.

 è surclassata per impatto dall’immagine che fa da sfondo alla frase stessa.

Anche se la parola assenza può rimandare ai giorni di scuola, magari immaginandosi un banco vuoto, sappiamo che la persona che siede al suo posto non sarà assente definitivamente, salvo rare quanto tragiche eccezioni.

Discorso diametralmente opposto per quanto riguarda le persone anziane, a cui viene spesso associata l’immagine di un pensionato che tira qualche briciola di pane  ai piccioni, seduto su una panchina. Data la sua età, ne immaginiamo la morte, l’entrata in ospedale o in una casa di riposo.

In genere, leniamo il senso di solitudine ricordandoci vari eventi che hanno come protagonisti noi stessi e la persona a cui stiamo pensando. Possiamo dire: il modo in cui le rispettive vite si sono incrociate.

Ci dimentichiamo un modo alternativo per lenire il dolore: far sì che la persona ricordata sia orgogliosa di noi, ovunque essa sia. Se è vero che i vecchi sono fonte di saggezza, sicuramente ci hanno dato consigli nel tempo. Magari eravamo troppo occupati a gestire la nostra vita come al solito e non abbiamo prestato loro la dovuta attenzione.

Forse è giunto i momento di cercare di applicare quei consigli: data la loro genericità, dobbiamo trovare il modo  applicarlo ai casi specifici della nostra vita. Molto probabilmente, dovremmo procedere per tentativi, chiedendoci – a volte – cosa avrebbe fatto la persona lontana al nostro posto.

Può sembrare semplicemente un modo per sopravvivere: io credo, invece, che sia un modo per vivere. La sensazione che qualcuno  ci apprezzi anche da lontano, anche se non visto, è molto piacevole.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.