Altre malattie trattate come la depressione

Depressione trattata come altre malattie
Se le altre malattie fossero trattate come la depressione

La depressione è spesso trattata come se non fosse nemmeno una malattia, ma solo una lamentela da parte di chi ne soffre.

Non possiamo certo pretendere che le persone intorno a noi, se non sono specialisti, possano diagnosticare e curare le malattie di cui soffriamo. Di certo, però, si informano per fare del loro meglio affinché il paziente di turno possa avere una vita quanto più possibile normale. In fin dei conti, basta chiedere consigli al medico curante.

La depressione è – forse – tra le malattie più subdole che possano esistere: non esistono esami del sangue o di altro tipo per diagnosticarla e – spesso – i sintomi possono essere scambiati per semplice stanchezza.

Una volta arrivata la diagnosi, però, la vita del paziente può e deve migliorare con l’aiuto delle persone che lo circondano, non solo grazie alla psicoterapia. Spesso chi è depresso non solo  ha subito una sorta di trauma che affronterà grazie al terapeuta ma, in conseguenza del trauma stesso, ha nascosto da qualche parte i suoi desideri ed i suoi lati positivi.

State sicuri che il paziente depresso fa tutto il possibile per tirarsi fuori da solo da quanto stato, ma non può farcela se le persone intorno a lui continuano a biasimarlo di non fare abbastanza. Molto meglio è riconoscere i punti di forza del paziente e coinvolgerlo in attività in cui può esprimerli.

La vita di un depresso è costellata di stanchezza ed apatia: queste sensazioni possono farlo sentire distrutto alle nove di sera, salvo poi non riuscire a dormire. Al depresso basterebbe un invito a cena fuori per trascorrere qualche ora in compagnia: so che può sembrare poco socievole, ma – spesso – il depresso tira fuori il meglio di sé se si sente accettato.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.