Giustiziata Lisa Montgomery nell’Indiana

Ritratto della giustiziata Lisa Montgomery
Ritratto della giustiziata Lisa Montgomery

Una persona è stata giustiziata questa notte nell’Indiana tramite iniezione letale: si tratta di Lisa Montgomery, che nel 2004 uccise una ventitreenne incinta per poi asportarle il feto che portava in grembo.

A volte, la vita ci porta queste notizie raccapriccianti: chi è a favore della pena di morte, sostiene che la persona colpevole meriti di essere giustiziata, chi è contrario sostiene che sia un metodo in cui vittima e carnefice si confondono l’uno con l’altro.

Una persona a favore della pena di morte proporrà certe argomentazioni, chi è contrario ne opporrà altre. Difficile sostenere che una parte ha ragione e l’altra torto. L’opinione pubblica si divide costantemente su questo tema ed è difficile che un soggetto passi da una parte all’altra senza un valido motivo.

Cercare di far valere le proprie opinioni sul tema

Una persona merita di essere giustiziata?

raramente porta una persona a cambiare parere. Chi è a favore della pena di morte resterà tale, così come chi sarà a sfavore.

Singolarmente, una persona non può fare granché, soprattutto se le sue manifestazioni di disprezzo o di gioia sono limitate al tempo più prossimo ad un esecuzioni. Esistono, è vero, personaggi come Suor Helen Prejean che da sempre si battono in favore di una causa, ma sono l’eccezione che conferma la regola. La maggior parte di noi si schiera pro o contro un certo argomento solo quando balza agli onori della cronaca.

Nella vita di tutti i giorni è facile mantenere una posizione neutrale o decidersi di non informarsi. Più difficile è schierarsi, combattendo giorno dopo giorno per ottenere un risultato.

Una volta che avremo scelto un motivo per cui vale la pena lottare, sentiremo la nostra vita più piena e saremo soddisfatti. Basta solo scegliere la causa che sentiamo più urgente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.