Cosa cerchi da te – Nomadi 2011

“Sono anni che cerchi qualcosa, ma non sai definirlo”, sembrano dire i Nomadi in questo loro brano del 2011 il cui testo non ha riscosso il successo che avrebbe meritato.

Ironia della sorte, tutte le persone cercano qualcosa, ma – spesso – tracciano solo cerchi sulla sabbia. Una metafora efficace, secondo me: una persona comincia ad abbozzare un progetto su qualsiasi cosa gli capiti a tiro, fosse anche una spiaggia.

Il problema è passare allo step successivo: non sempre è immediato. Se si tratta di un progetto reale, ci possono mancare le risorse pratiche per portarlo a termine. Se si tratta di un’idea che abbiamo in testa, come per esempio partire per una meta lontana, è pressoché impossibile organizzarsi all’ultimo minuto.

Spesso, quindi, rinunciamo ed andiamo alla ricerca di qualcosa di diverso e più fattibile. La cosa che non consideriamo spesso, però, è che ogni progetto può essere diviso in più sotto-progetti più semplici.

Ironia della sorte, proprio i progetti cartacei servono a fare un esempio abbastanza ben strutturato e sicuramente comprensibile. Qualunque struttura si voglia realizzare. I cerchi – intesi come figura geometrica – possono fare parte di questo progetto, se lo prevedono.

Stiamo parlando di figure geometriche di base che servono a progettare e realizzare figure ed oggetti infinitamente più complessi. Nei progetti di vita è la stessa cosa: pur avendo in mente un obiettivo finale anche piuttosto complesso, occorre dividere il tutto in questioni molto più semplici ed a portata di mano.

Il motivo per cui non sappiamo cosa cerchiamo è proprio questo: spesso ci poniamo obiettivi troppo lontani e – forse – troppo ambiziosi. Il risultato è perdere di vista ciò che abbiamo a portata di mano quasi ogni giorno. Un contadino non può sognare di avere una piantagione sterminata se prima non riesce a coltivare l’orto che serve solo per il proprio sostentamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.