In questa città – Max Pezzali

Sia io che Max Pezzali non siamo gente di città, eppure abbiamo una metropoli nel cuore: nel suo caso, parrebbe essere Roma, per quanto mi riguarda dico senza dubbio Milano. Lui ha dedicato a Roma una suo testo, io – nel mio piccolo  – ho dedicato al capoluogo meneghino tanti articoli sul mio blog.

A volte, le persone che nascono in una determinata città non possono comprendere cosa significa per della gente di provincia essere catapultati in una realtà decine di volte maggiore a cui si è abituati.

Sicuramente, un tempo, le motivazioni erano diverse e si faceva sentire di più la nostalgia di casa. Oggigiorno, invece, tendiamo a fare paragoni fra la nostra città di provenienza e quella di residenza, oppure quella che visitiamo per le ferie estive.

Di certo, molti di noi hanno traslocato da un luogo ad un altro, ma raramente credo che qualcuno si sia innamorato a prima vista del proprio nuovo luogo di residenza, soprattutto se il trasferimento era dettato da motivi di studio o lavoro.

Quando, però, qualcuno decidere di trascorrere – si spera – il resto della propria vita in una determinata città, significa che ha trovato qualcosa non presente altrove. Non mi riferisco all’amore o, quanto meno, non esclusivamente.

Di certo, l’amore è uno dei motivi per cui qualcuno può decidere di trasferirsi, ma non è il solo, così come non sempre ci sono motivazioni pratiche. Per quanto una persona possa sforzarsi di comprendere, non potrà mai capire questi motivi. Se fosse possibile innamorarsi di un luogo, forse la cosa sarebbe – se non maggiormente spiegabile – quantomeno più comprensibile.

Ogni tanto, per conoscere meglio una persona, potrebbe essere utile porre una semplice domanda

Perché ti sei trasferito qui?

Senza accontentarsi della prima risposta, che facilmente riguarderà motivazioni pratiche. Dovete scavare un po’ più a fondo per comprendere questo lato della persona.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.