Una società felice consuma poco

Quanto consuma una società felice
Una società felice consuma poco. Per indurre a consumare bisogna creare insoddisfazione

Viviamo in una società definita dei consumi. Tanti si sono interrogati sul motivo per cui abbiamo cominciato a comprare tante cose inutili, al di là del fatto della maggiore disponibilità di denaro. Uno dei motivi lo ha ben definito Serge Latouche  nella frase che la pagina Facebook Youflame ha condiviso

Una società felice consuma poco. Per indurre a consumare bisogna creare insoddisfazione

Sarebbe banale ed errato dire che l’insoddisfazione  è dovuta alla politica. Tanti si sono avvicendati alla guida di Stati e partiti, ma nessuno è riuscito a renderci più felici, infatti continuiamo a consumare.

L’insoddisfazione è insita in ogni persona: non si accontenta di ciò che ha ed aspira a qualcosa di meglio. Spesso questo si manifesta nel modo in cui spendiamo il denaro: appena abbiamo qualche soldo da parte, vogliamo toglierci qualche sfizio.

La domanda che voglio farvi può sembrare cattiva

Per quanto tempo vi siete sentiti felici dopo aver effettuato l’acquisto?

Ognuno avrà una sua risposta, ma credo che se quel bene o quel servizio non vi serviva, una volta svanito l’effetto novità vi sentivate infelici quanto prima. Crediamo di diventare felici quando avremo quell’oggetto, ma è un illusione che dura poco.

Si diventa felici quanto si è realizzati. Abbiamo tutti uno scopo della vita, che va oltre la serenità economica o il consumismo. I bambini lo sanno meglio degli adulti: loro comunicano i loro sogni, dal diventare astronauta a pilota di formula uno. Da adulti ci dimentichiamo cosa significhi volere veramente qualcosa perché la nostra strada sembra tracciata e realizzare un sogno ci sembra – appunto – un sogno.

Difficile realizzare i sogni infantili, ma sogniamo ogni notte:  forse qualcuno di questi è fattibile. Ricordate i vostri sogni e capite se nascondono un desiderio, poi realizzatelo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.