È facile criticare gli altri, il difficile è…

lo strano caso del verbo criticare
È facile criticare gli altri, il difficile è farlo con sé stessi

Sono a favore del diritto di criticare, seppure in modo garbato, qualunque cosa e chiunque.  Sono comunque d’accordo con la frase che ho trovato su Pinterest questa mattina

È facile criticare gli altri, il difficile è farlo con sé stessi

Il problema è semplice da capire, ma subdolo da gestire quando dobbiamo affrontarlo: spesso non siamo disposti ad accettare i nostri errori, mentre siamo bravissimi a notare quelli altrui.

Il pensiero che spesso facciamo quando qualcuno commette un qualsiasi errore è simile alla frase

Io non farei mai una cosa del genere

Charlie Chaplin a suo tempo ci ha insegnato a gestire questi casi, che non saprei se definire umani o meno. Nessuno, però, ci ha insegnato a gestire il caso in cui siamo noi a commettere degli errori.

Più che una persona, sono forse discipline come lo yoga o la meditazione  a insegnare un approccio non giudicante con sé stessi. Non ho usato a caso il termine discipline: per ottenere dei risultati, occorre praticarle con costanza.

Fare degli esercizi di meditazione aiuta a vedere i propri errori in modo più distaccato. Non significa che dobbiate perdonarvi senza poi fare nulla per rimediare, ma la meditazione praticata con costanza vi donerà una certa lucidità.

Grazie a questa lucidità, con il tempo, passerete da una critica negativa ad una critica positiva. Questo vi impedirà di avere atteggiamenti al limite dell’auto-sabotaggio: dopo un’iniziale momento di sconforto, piangere serve a poco. Spero riuscirete, con la dovuta pazienza, ad avere  un atteggiamento più propositivo.

Se volete un consiglio, però, oltre a meditare dovete anche prendervi il tempo per riposare: il rischio di commettere gli stessi errori (o anche altri) per semplice stanchezza è concreto.

Meglio concedersi un periodo di svago, per riprendere con nuove energie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=