È incredibile quante persone si perdono…

A volte succede qualcosa di incredibile
È incredibile quante persone si perdono quando smetti di fare il primo passo

Trovo incredibile la coincidenza che la frase di oggi sia stata condivisa – appunto – dalla pagina Facebook Follia

È incredibile quante persone si perdono quando smetti di fare il primo passo

In un qualsiasi rapporto, i passi dovrebbero essere compiuti insieme; eppure, ogni persona si aspetta che sia un altro a fare la prima mossa.

La vita dovrebbe essere simile ad un do ut des: a volte diamo, a volte riceviamo qualcosa, non necessariamente un oggetto. Ciò che ha dell’incredibile in tutto questo è che – spesso – ci sembra di dare tanto e di ricevere in cambio molto poco.

Dovremmo cambiare approccio: piuttosto che badare alla quantità o alla qualità di cosa ci è dato, si potrebbe considerare la generosità e la fatica  – fisica e mentale – che una persona impiega per dare qualcosa.

Purtroppo, tendiamo a ricordare ciò che noi facciamo per gli altri e a dimenticare ciò che gli altri fanno per noi, accusandoli  di non fare nulla. Non solo: consideriamo ciò che facciamo noi molto faticoso o speciale e ciò che fanno gli altri abbastanza banale.

Un esercizio mentale per cambiare approccio sarebbe quello di provare a mettersi nei panni dell’altro. Potremmo scoprire che ciò che noi consideriamo banale ha richiesto grande fatica all’altra parte, semplicemente perché non fa parte delle proprie abitudini quotidiane o – magari – qualche altro motivo.

Se analizzate tutte insieme, vi renderete conto che – spesso – la persona ha fatto qualcosa di incredibile per le forze e le capacità di cui è dotata. Dovremmo esserne grati e cercare di contraccambiare quando ne avremo l’occasione.

Invece, capita spesso di attendere che l’altra persona faccia qualcosa che reputiamo gradevole o speciale: vorremmo essere stupefatti dalla controparte. Se consideriamo la vita che conduce, ci renderemo conto che fa ogni giorno qualcosa di stupefacente, ma che noi non lo apprezziamo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=