Lia, l’intelligenza artificiale di Twitter

Stamattina, aprendo Twitter, ho conosciuto Lia, l’intelligenza artificiale del Social Network, già attiva da dicembre scorso, con un seguito di 360.742 followers nel momento in cui scrivo.

Fare conoscenza con una intelligenza artificiale attraverso un video come quello che vi propongo è strano, data anche la concomitanza dei primi provvedimenti contro ChatGPT.

La domanda che potremmo porci è

Quale sarà l’utilizzo che faremo delle intelligenze artificiali?

La risposta non è semplice: ognuno di noi utilizza già molto Siri o Alexa a seconda delle proprie necessità. Lo sviluppo di nuove tecnologie dovrebbero potenziare anche questi strumenti.

Al momento, l’intelligenza artificiale non sembra in grado di emulare i sentimenti della persona: tutto risulta asettico e privo di creatività.

Proprio sui sentimenti e la creatività dovremmo contare per proseguire nella vita. In questo senso, qualsiasi macchina resterà sempre al palo rispetto all’uomo: persino il computer di Wargames si era fatto fregare in fase di nascita dal suo programmatore!

Non è necessario essere Michelangelo o Casanova per esprimere la propria creatività o i propri sentimenti. Di certo, occorre riprendere confidenza con entrambi gli ambiti, se abbiamo l’impressione di aver perso un po’ di smalto.

Le occasioni e gli strumenti non mancano: basta solo trovare qualcosa che stimoli la nostra curiosità, per poi farla diventare una passione. Se, per esempio, siete accaniti lettori, nessuno vi impedisce di provare a scrivere un racconto. Inoltre, quando è stata l’ultima volta che avete preso in mano la vostra macchina fotografica, se ne avete una?

In futuro, forse, l’intelligenza artificiale potrà scattare fotografie o scrivere romanzi ma – a meno che un programmatore trovi il modo – non potrà provare né sentimenti, né sentire sensazioni.

Dalla rivoluzione industriale in poi, abbiamo messo in secondo piano i sentimenti: adesso che stiamo cominciando a capire cosa significa avere a che fare con qualcuno (o qualcosa?) privo di sentimenti, è giunto il momento di riscoprirli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=