Il gelato costa il 40 percento in più

Il rincaro del gelato
Quest’anno il gelato costa il 40% in più

Forse è ancora presto per pensare di trovare refrigerio alla calura estiva con un gelato, ma la notizia pubblicata sul profilo Facebook de Il Corriere della Sera non promette nulla di buono.

Con gli aumenti in corso, il gelato verrebbe a costare il quaranta percento in più. Facendo un calcolo di esempio, un cono attualmente al prezzo di due euro passerebbe a costare 2,80€.

Se per altre cose le persone hanno trovato una soluzione alternativa, per il gelato la questione non sembra essere semplice. Sul web si trovano gelatiere di tutti i prezzi, ma saremmo costretti a mangiare un solo gusto per volta. Probabilmente, anche i gelatai avranno le loro gatte da pelare, con un calo del fatturato: l’unica speranza per loro (ma non per i nostri portafogli) è che il caldo di questa estate sia inclemente come l’anno scorso.

Non riesco a trovare una soluzione al problema, così come a molti altri. Forse ci vorrebbe la consulenza di un economista di livello.

Tuttavia, una considerazione è d’obbligo. Le persone sembrano o incazzarsi o arrendersi davanti ad una qualsiasi questione che giudicano più grande di loro.

I libri di storia, invece, ci hanno insegnato che – presto o tardi – l’umanità ha sempre trovato una soluzione a (quasi) tutti i problemi che si sono posti davanti a lei. A volte è stato grazie ad uno sforzo collettivo, altre volte grazie all’intuizione di un folle.

Fanno un po’ ridere, quindi, le proposte che si trovano su Facebook: la soluzione sembra non mangiare il gelato. Sicuramente, rinunciando ad un dolce, la linea ringrazierà, ma il corpo soffrirà per il caldo.

Più che lamentarsi di un problema, potrebbe essere utile condividere le soluzioni che ognuno di noi ha adottato contro il caldo. Qualcuna potrebbe sembrare folle (come girare nudo per casa o rinchiudersi nel frigorifero)  ma, in mezzo a questo marasma, potremmo trovare una soluzione attuabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=