I peggiori sono quelli che…

Anche i peggiori bar hanno le bustine personalizzate
I peggiori sono quelli che vivono sempre nel mezzo. Non scelgono. Non si sbilanciano.Non fanno mosse, pur di non fare sbagli. Inutili

Anche nei peggiori bar si possono trovare bustine di zucchero personalizzate, come quella condivisa dalla pagina Facebook La cultura degli aforismi riportante la frase

I peggiori sono quelli che vivono sempre nel mezzo. Non scelgono. Non si sbilanciano.Non fanno mosse, pur di non fare sbagli. Inutili

Le persone devono fare scelte ogni giorno; gli individui peggiori fanno scegliere al prossimo la propria esistenza.

Un tempo, forse, eravamo abituati male: quanti ragazzi si sono ritrovati a fare un percorso di studi non di loro gradimento, solo perché era stato scelto per loro dai genitori?

Questa abitudine si ripercuote nella vita futura.Se non siamo abituati a scegliere fin dall’adolescenza o ancora prima, pretenderemo che le altre persone facciano scelte al posto nostro.

Non ce ne accorgiamo, ma questo si ripercuote anche sulla nostra salute mentale. Non potere scegliere debilita la mente.

Forse siamo convinti di riuscire a fare delle scelte perché ricordiamo di aver potuto decidere il colore della nostra automobile o il nostro gelato preferito l’ultima volta che ne abbiamo avuto l’occasione.

Tuttavia, occorre farsi una domanda 

Quando è stata l’ultima volta che abbiamo preso una decisione importante in modo autonomo?

La risposta non sarà univoca: non siamo obbligati a fare scelte importanti ogni giorno. Tuttavia, basta andare indietro nel tempo per ricordarci le occasioni in cui abbiamo fatto scelte autonome e – viceversa – quando qualcuno ha scelto subdolamente al posto nostro.

Naturalmente, la motivazione è comprensibile: a nessuno piace sbagliare, ma dobbiamo ricordare che sbagliando si impara e solo la morte non ha rimedio.

Come esercizio, potreste prendervi le prossime ventiquattro ore di tempo per cominciare a fare scelte autonome. In un giorno, avrete molte occasioni. Dovrete solo sopportare un po’ di solitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Resize text-+=